Uno per tutti, tutti per uno!

E’ da parecchio tempo che non andavo al cinema per vedere un film. I due ostacoli maggiori sono i prezzi (nei multisala ti spennano ormai anche per un film normale) e la poca offerta interessante di pellicole da vedere. Ieri sera questi due elementi non si sono presentati, così ho colto l’occasione al volo per andare a vedere il nuovo remake de “I tre moschettieri“.

Ciò che mi ha spinto ad andare al cinema è stato soprattutto vedere come vengono trattati i tre protagonisti principali e D’Artagnan, le differenze tra la pellicola e il riferimento più nitido nella mia mente: il cartone animato di una decina di anni fa. Come al solito pecco nel non recupero dell’opera originale, ma da ieri può considerarsi nella lista dei “libri che prima o poi devo comprare“.
Athos (Mattew MacFadyen), Portos (Ray Stevenson) e Aramis (Luke Evans) risultano tre personaggi molto interessanti e da approfondire, al contrario di  D’Artagnan (Logan Lerman) che dice già tutto nella prima parte di film. Quasi tutti gli altri protagonisti stanno nella storia a dovere, dando una chiara idea di come funzionano le cose all’interno della trama. Menzione d’onore al duca di Buckingham (Orlando Bloom), Milady de Winter (Milla Jovovich), e al divertente Planchet (James Corden, già visto in Doctor Who come Craig Owens). Storia che nel complesso, se si considera che più che un remake è una reinterpretazione in chiave moderna, merita voti alti, a cui si sommano quelli degli effetti speciali, delle scene di combattimento, dell’ambientazione e dei costumi. Bello anche il finale, che dà il là a future interpretazioni.

Insomma: ci ho visto giusto. “I tre moschettieri” è un film che, se piacciono gli action movie non sanguinari, ci sta tutto.

Annunci

Pubblicato il 16 ottobre 2011, in TV and Movies con tag , , , , , , , , , , , , , , , , , , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. 2 commenti.

  1. Recensione interessante. Vuoi vedere che i pregiudizi (è un remake etc. etc.) sono smentiti? Del resto il cast è di livello più che buono.

  2. Leggo sulla rete che alcune scelte non sono piaciute. Ma io lo prendo come un film da vedere come piacere, e preso così vale la pena spendere i soldi del biglietto.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: