Logos March Madness – Sweet Sixteen

Siamo passati da 32 a 16 squadre, anche conosciute come le Sweet Sixteen, pronte a darsi battaglia per la quarta fase di questo torneo, la Logos March Madness.
Ricordo che le scelte sono totalmente personali e soggettive, non intendo dare nessun giudizio oggettivo, dato che sceglierò con l’occhio dell’appassionato, non del grafico.
E ora via con le sfide!

Come già detto nei turni precedenti, questi due loghi attirano per la loro semplicità, seppur in diversa forma. Gli Huskies hanno la semplicità del solo volto della mascotte, gli Shockers invece la composizione tra un font classico e un richiamo al nome. Stavolta non faccio prevalere la bellezza del cagnolone…ma passano comunque loro. Connecticut accede alle Elite Eight!

Due loghi quasi all’opposto per lo stile di realizzazione, ma accomunati da una ottima combinazione di colori. I Bears hanno un verde-giallo che si ricollega bene alla figura dell’orso; i Fighting Irish hanno il blu dominante (Blu TARDIS direi…) con il giallo a rifinire i contorni. Però la mascotte di Baylor potrebbe essere disegnata meglio. Notre Dame accede alle Elite Eight!

Bella tosta questa sfida. Due loghi molto classici: quello dei Tigers combina al meglio la mascotte con l’iniziale del college; quello dei 49ers con un font originale e una buona conbinazione cromatica. Ad essere onesto però, il logo dei Tigers mi fa impazzire. Memphis accede alle Elite Eight!

Forma simile, concetto identico: i loghi di Rams e Tigers usano la stessa idea del volto della mascotte al centro di una figura curva. La grafica di entrambi è molto ben fatta, ma quella delle tigri è molto più accattivante. Missouri accede alle Elite Eight!

Due loghi molto semplici per forma e colore. Sia i Wildcats sia i Badgers hanno preferito dare spazio alla semplicità, ognuna in modo diverso: i felini con il volto stilizzato della mascotte, i tassi invece con l’iniziale del college. Tra i due, per me merita di più il primo perchè più particolare. Kansas State accede alle Elite Eight!

Molto belli entrambi i loghi. Meriterebbero tutti e due di passare, ma solo uno può accedere al turno successivo. I Bonnies hanno un logo classico nella tipologia e allo stesso tempo aggressivo nella grafica. Il logo dei Mountaineers è molto iconico e con una combinazione cromatica azzeccata. Questi ultimi forse hanno qualcosa in più. West Virginia accede alle Elite Eight!

Due squadre con gli stessi colori e (quasi) la stessa mascotte. Allo stesso tempo i loghi dei Catamounts e dei Bobcats sono diversi nella composizione e nella grafica, e su entrambi i punti i secondi vincono il confronto. Ohio accede alle Elite Eight!

Loghi molto somiglianti questi ultimi due: entrambi hanno le lettere iniziali del college incrociate che vanno a formare la forma principale del logo. A differenza di quello degli Aztecs, il logo dei Gaels hanno un’intrecciatura spettacolare. St. Mary’s accede alle Elite Eight!

Annunci

Pubblicato il 18 aprile 2012, in Basket con tag , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. Lascia un commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: