Vynil Sellout – Novembre 2014

Terza uscita per il Vynil Sellout!

Continua la selezione di tre brani scovati dal sottoscritto nei vari ascolti su YouTube oppure per radio. Soprattutto in radio per quanto riguarda novembre, dato che avendo iniziato un lavoro a tempo pieno è quello il principale mezzo di sostentamento musicale.

Andiamo alla scoperta della tripletta di questo mese!

Vinili, scritte con linee di troppo... Tutto molto hipster!

Vinili, svendite, scritte con linee di troppo… Tutto molto hipster!

1. Losing – Becky Hill
Se parliamo di musica pop, questo è un PEZZONE. Elude agilmente gran parte della robaccia che i nomi importanti fanno uscire e si fissa nella mente di chi ascolta il pezzo. Niente giri inutili, niente vocalizzazioni che lasciano il tempo che trovano: solo un pezzo semplice, con una base e una voce pulite che insieme vanno a nozze.
Becky Hill è una cantante inglese del 1994 che si è messa in mostra nella prima edizione di The Voice UK, anno 2012. Uscita fuori alle semifinali, è riuscita in ogni caso ad essere la prima cantante che, uscita dal talent show, ha raggiunto il primo posto nella classifica dei singoli britannici.
Tanta roba lei, tanta roba la canzone.

2. Belief – John Mayer
Come già spiegato nell’introduzione, ho iniziato a lavorare. Usando internet nei momenti liberi a casa, ho scoperto una cosa: la musica di John Mayer è estremamente rilassante. Conosco questo mago della chitarra già da qualche anno, ma è solo recentemente che ho cominciato ad ascoltarlo assiduamente. Come suona lui con le sei corde ce ne sono veramente pochissimi su questo pianeta e le sue canzoni sono un toccasana per chi vuole abbandonarsi alla melodia che mostri sacri del calibro di Jimi Hendrix.
Altra caratteristica del cantautore statunitense: nei concerti mette parecchia improvvisazione, che rendono ancora più speciali i suoi brani. In questo caso vi faccio ascoltare “Belief“, che trasmette un vero e proprio senso di chillout.

3. Sai Zio – Club Dogo
Devo ancora ascoltare tutto l’album “Non siamo più quelli di Mi fist“. Dei singoli per ora usciti, solo “Fragili” l’ho trovato apprezzabile. Devo dire invece che con “Sai Zio” i Club Dogo giocano in casa: al solito tema aggiungono una nota pacifista, sottolineata dal campione di “Overdose (d’amore)” di Zucchero, mentre per il resto sfoderano il loro repertorio di rime da strada che ritroviamo nei loro ultimi successi.
Per il video sorprendentemente, dato il tema trattato, non c’è la solita sfilata di scosciate ed ostentazione di ricchezza. Rassicuriamo i più: un pò di carne al fuoco c’è, ma per lo meno non è fine a se stessa ma contestualizzata e di buon gusto.
Per il resto, il brano è altamente godibile.

Annunci

Pubblicato il 30 novembre 2014, in Musica con tag , , , , , , , , , , , , , , , , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. Lascia un commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: