Vynil Sellout – Novembre 2015

Di nuovo qui, per il Vynil Sellout di novembre.

La formula rimane invariata: 3 brani, 3 storie, 3 raccolte di dettagli e notizie che riguardano queste canzoni.

Curiosi di scoprire la tripletta di questo mese? Andiamo a scoprirla!

Vynil Sellout Childish Gambino Maître Gims Arctic Monkeys

 

1- L.E.S. – Childish Gambino
Abbiamo già accennato a Chidlish Gambino nel VS di Marzo 2015, dove presentavo uno dei suoi ultimi lavori. In questo caso andiamo invece a recuperare uno dei suoi primi che io ho scoperto solo di recente.
Era il 2011 quando Donald Glover pubblicava il suo primo album registrato in studio e chiamato “Camp“. Il disco ottiene un discreto successo e l’ultimo singolo che viene estratto è “L.E.S.“, acronimo di Lower East Side, uno dei quartieri di Manhattan a New York. Il video ufficiale è stato diretto e filmato dal fotografo Ibra Aka, che ha montato varie riprese fatte durante diverse serate tra locali e giri in taxi all’interno del quartiere citato.
Video nel quale Childish Gambino non compare mai.

2- Est-ce que tu m’aimes? – Maître Gims
E’ quantomeno curioso ed affascinante come, in periodi di criticità, c’è sempre qualcosa al suo interno che stride e contrasta, diventandone però quasi un simbolo di rivalsa.
Probabilmente non ha preso tutto questo carico il brano qui presentato, ma la coincidenza del successo del brano di Maître Gims, rapper e cantante francese convertito all’Islam, con gli attentati avvenuti a Parigi il 13 novembre.
Una canzone che, con il suo successo al di fuori dei confini della Francia, diventa però legata a ciò che è avvenuto. E questo credo sia un bene, perchè è una canzone carica di emozione ma anche piuttosto leggera, adatta quindi a dare un piccolo sollievo per chi è in pena per ciò che è successo poco più di due settimane fa.

3- Do I Wanna Know? – Arctic Monkeys
Tirandomi su gli occhiali con lo scotch da hipster, posso tranquillamente dire che ascoltavo gli Arctic Monkeys prima che fossero mainstream.
Affermazione fallace in due punti: innanzitutto non ho mai avuto occhiali da hipster, poi gli Arctic Monkeys non sono mai stati veramente mainstream. Come gruppo musicale sono tra i primissimi nella lista dell’indie rock, ma non hanno mai veramente sfondato e conquistato l’intero pubblico musicale.
E’ vero però che già li ascoltavo dai primi brani, che come questo non sono mai banali: melodie azzardate, batteria impazzita ed un ritmo che ti cattura dalla prima nota.
Con questo brano, prima traccia dell’album “AM” del 2013, sto ricominciando ad avvicinarmi a loro e lo devo a X Factor. La versione di questa canzone cantata dai Moseek mi è rimasta in testa per 24 ore di fila e mi ha costretto a riabbracciare gli Arctic Monkeys!

Annunci

Pubblicato il 29 novembre 2015, in Musica con tag , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. Lascia un commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: