Vynil Sellout – Marzo 2016

Continua l’appuntamento con il  Vynil Sellout.

Nelle puntate precedenti: …un ragazzo appassionato di scrittura e musica, decide di presentare tre brani e di descrivere i segreti che nascondono. Ce la farà a risolvere tutti i misteri che si celano dietro queste canzoni?

Curiosi di scoprire la tripletta di questo mese? Andiamo a scoprirla!

Vynil Sellout Elio e le Storie Tese Tre Allegri Ragazzi Morti Icona Pop

 

1- China Disco Bar – Elio e le Storie Tese
Dopo l’apparizione a Sanremo 2016 con “Vincere l’odio“, un brano composto solamente da ritornelli, gli Elii hanno pubblicato il loro decimo album, intitolato “Figgatta de Blanc“. La semi citazione al disco dei Police “Reggatta de Blanc” è accompagnata da un piccolo vibratore, incluso nella versione deluxe dell’opera.
Nel disco ci sono 15 brani tra cui, oltre al pezzo portato a Sanremo, anche “Il primo giorno di scuola” e “Il mistero dei bulli“, singoli usciti rispettivamente prima e dopo la partecipazione alla kermesse musicale. Il tipico mix letale tra testi realmente assurdi e assurdamente reali con una competenza musicale sconfinata con anche picchi di virtuosismo in “Ritmo sbilenco“, ma oggi vi propongo un altro brano.
China Disco Bar” è una scanzonata raffigurazione della China Town milanese (ma probabilmente di ogni città), dove i ristoranti cinesi che spuntano ovunque vengono affiancati dai centri massaggio e punti riparazione smartphone, che ormai sono quasi ovunque. E una menzione specialissima per la divertentissima outro con Radio Coatta Classica!

2- In questa grande città (La grande cumbia) – Tre Allegri Ragazzi Morti ft. Jovanotti
Ai molti potrebbe suonare strano che un monumento della musica italiana sia accostato a qualcuno che porti un nome così strano e che sia così sconosciuto. In realtà, i Tre Allegri Ragazzi Morti è uno dei principali gruppi della scena alternative rock italiana, in attività dal 1994.
La formazione attuale, formatasi a Pordenone, vede Davide Toffolo (voce, chitarra), Enrico Molteni (basso) e Luca Masseroni (batteria, voce) applicarsi a diverse forme di rock, compresa questa deriva folk, per certi versi. Il ritmo compassato delle maracas e la trama di voce e melodica richiama molto le canzoni popolari sudamericane, opposte al testo che parla di Milano.

3- Someone Who Can Dance – Icona Pop
Il ritorno della coppia sforna successi, che quattro anni fa ci ha regalato “I Love It” e poi “Girlfriend“, torna a farsi sentire sulle scena mondiale. Le due dj svedesi Caroline Hjelt e Aino Jawo in questi anni non sono state con le mani in mano: si sono date a diverse produzioni, lavori per altri artisti e per sè, tra cui questa nuova hit.
La traccia ha tutti gli ingredienti per sfondare nel mercato globale. E’ facilmente attribuibile alle Icona Pop per le voci delle due ragazze ed i ritornelli in coro, è sempre una canzone spiccatamente dance, ma introduce qualcosa di nuovo. La base non è la solita nenia accattivante, ma è ricca di bassi profondi e sfumature acide che rendono più duro il pezzo.

Annunci

Pubblicato il 27 marzo 2016, in Musica con tag , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. 1 Commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: