Archivi Blog

Sala d’attesa – #16

Sala d'attesaSiete seduti ad aspettare il vostro turno dal dentista e le riviste di gossip non vi esaltano? Dovete attendere che il meccanico ripari la vostra auto e sapete che è inutile sfogliare il giornale alla ricerca di auto usate perchè sai che non la cambierai? La coda in posta si è ridotta ad una partita infinita ai giochini sul cellulare?

Prenditi un break come si deve e leggi uno di questi 15 articoli! Assicurato al 100%, la noia non sarà più un problema.

LA CONFESSOINE DEL FONDATORE DI TWITTER: “INTERNET NON FUNZIONA PIU’. E SCUSATECI PER DONALD TRUMP”
Evan Williams fa mea culpa. Dopo aver dato alla luce siti conosciuti in tutto il mondo come Blogger e Twitter, confessa che il mondo della rete di oggi non è quello che si auspicava quando si era messo al lavoro per creare parte di quel mondo. Ma, cosa più importante, è ottimista e pensa ad un futuro migliore.

UN UTENTE REDDIT HA PROPOSTO NUOVE BANDIERE PER LE REGIONI ITALIANE
Un progetto di design che nasce da una questione politica. La proposta di due parlamentari di ridurre le regioni in Italia da 20 a 12 ha portato l’utente di Reddit LurkerNo527 a ricreare le bandiere di queste nuove aree. Disegni minimali e colori semplici, il progetto ha ricevuto recensioni sia positive che negative.

LA LUNGA RINCORSA DEL FOGGIA
In questi anni di sorprese e ritorni, anche il Foggia è riuscito a tornare ai piani più alti del calcio italiano. Erano 19 anni che i satanelli mancavano dalla Serie B e, dopo aver solo sfiorato la promozione nella scorsa stagione, finalmente vincono il loro girone di Lega Pro e tornano a giocare in un campionato di livello superiore.

LA LEZIONE DI BRIGHTON
Una città che in Italia è conosciuta per la sua attitudine all’apprendimento pratico della lingua inglese da questa stagione calcistica avrà una ragione in più per essere nota. Il Brighton & Hove Albion dopo una lunga rifondazione è salito per la prima volta in Premier League.

BRIGHTON ROCK
E’ sempre bene avere due punti di vista nell’apprendere nuove nozioni. Così se prima avete letto l’articolo di Rivista Undici sul Brighton & Hove Albion, ora è tempo di leggere quello scritto da Crampi Sportivi. Un punto di vista più diretto sulla nuova squadra-rivelazione inglese.

COME ORGANIZZARE LA SERATA PERFETTA
Il Real Madrid ha vinto alla grande la seconda Champions League consecutiva, impresa mai riuscita a nessuno, e lo deve oltre che ai suoi calciatori anche alle istruzioni tattiche di Zinedine Zidane. Questo articolo analizza nel dettaglio il roboante 3-0 dei blancos sui cugini dell’Atletico Madrid nella semifinale di andata.

E LA NUOVA CHAMPIONS?
Che ne sarà della Champions League? Le recenti riforme non sembrano accontentare nessuno, nè i club dei paesi piccoli alla ricerca di fondi nè le grandi potenze che di fondi ne vogliono ancora di più. E allora ecco riprendere piede l’idea di una super lega europea, anche al di fuori della UEFA.

CHI USA MEGLIO LE PLUSVALENZE?
Un interrogativo fondamentale che si pone Ultimo Uomo per affrontare con qualche nozione importante questa sessione di calciomercato entrata nel vivo. Un analisi dettagliata delle big della Serie A per capire come incassano soldi dalla compravendita di giocatori e come li reinvestono: Roma, Juventus, Napoli, Fiorentina, Milan, Inter e Lazio sotto la lente di ingrandimento.

BLERIM DZEMAILI, IL MIGLIOR FIGURANTE DELLA SERIE A
Con l’avvento dei campionati oltre oceano non è una novità che un calciatore lasci la sua squadra nel mezzo della stagione. Così è stato per Dzemaili: il centrocampista svizzero a maggio ha lasciato il Bologna per andare a vestire la maglia del Montreal Impact. E la sua assenza si farà sentire in Serie A, nonostante non sia un campione acclamato.

IL SASHA GREY DEL CALCIO
Un titolo così può anche far pensare ad un terzino quotato che si dà al porno, ma tratta invece di David Babunski. Il giovane calciatore macedone, cresciuto nel Barcellona ed ora in Giappone con la maglia dello Yokohama F. Marinos, più che per il suo gioco sta diventando sempre più famoso per le sue idee profonde fuori dal suo ambito di lavoro. Proprio come Sasha Grey.

QUEL FIORENTINA-PISTOIESE SOSPESA PER INVASIONE ALIENA
Un derby toscano come non se ne sono mai visti, quello del 27 ottobre 1954. L’incontro tra Fiorentina e Pistoiese è seguito da circa dieci mila persone che, come in buona parte della Toscana, assistono alla caduta di filamenti bianchi che ricoprono spalti e campo da gioco. Un fenomeno che ancora oggi nessuno è riuscito a spiegare del tutto.

IL GUARDAROBA SEGRETO DI FRIDA KHALO E’ STATO FOTOGRAFATO DOPO 50 ANNI
Una delle più grandi artiste del ventesimo secolo, nel caso non sapeste la sua storia, ha passato una vita immersa nel dolore, che ha saputo affrontare meravigliosamente. Anche il suo guardaroba ne è un esempio: questa galleria di foto recenti lascia intravedere tra i segni del tempo l’enorme senso artistico di Frida Khalo.

COLOSSAL: ARRIVA UN NUOVO PROMO PER IL “COMEDY MONSTER MOVIE” CON ANNE HATHAWAY
La pellicola è pronta per uscire nelle sale, ma ancora non è stata decisa una data. Questa divertente commedia con mostri colossali e robot ha ricevuto un enorme successo di critica e probabilmente attende solo il momento buono per incassare il più possibile. Intanto, possiamo gustarci questo delizioso trailer.

CI SARA’ UNA RIVALITA’ TRA AVENGERS E GUARDIANI DELLA GALASSIA IN INFINITY WAR
Il mondo cinematografico si sta preparando all’ennesima bomba che il Marvel Cinematic Universe sta per sganciare su di esso: in “Avengers: Infinity War”, diviso in due pellicole, vedremo all’opera tutti i supereroi apparsi negli ultimi anni sul grande schermo. Ed i protagonisti de “I Guardiani della Galassia” hanno anticipato che ne vedremo delle belle tra loro e il gruppo di protettori della Terra.

ANCHE IL MONDO DEI POKEMON INCONTRA QUELLO DI GAME OF THRONES!
Il mondo medievale del Trono di Spade è completo di un’araldica dedicata, che tutti i fan hanno imparato a riconoscere. C’è anche chi si spinge oltre, immaginando i simboli degli stendardi delle diverse casate come dei Pokémon: a mio modo di vedere il risultato è eccezionale, oltre che credibile. La voglia di andare a catturarli sul Game Boy è forte…

 

A casa con Jeff

Jeff who lives at home A casa con Jeff Locandina film

Jeff e Pat sono due fratelli diversi tra loro. Jeff, a 30 anni, vive ancora in casa con la madre Sharon, indossa i calzoni corti, passa le giornate a fumare erba e aspetta che il destino gli mandi indicazioni sul suo futuro. Pat, di poco più grande, ha un lavoro ed è sposato con Linda, anche se la ignora. Quando Jeff riceve una chiamata da qualcuno che sbaglia il numero alla ricerca di un certo Kevin, capisce che è il destino che cerca di mandargli un segnale. Lui lo segue e sarà la giornata più importante della sua vita, quella di suo fratello e sua madre.

Prendo spudoratamente spunto dal mio “collega”* sommobuta nella composizione di questo post, perchè credo sia l’unico possibile per poter entrare nell’ordine di idee giusto e analizzare al meglio questa pellicola.
Si tratta di A casa con Jeff (titolo originale: Jeff, who lives at home), film del 2011 per la regia di Jay e Mark Duplass.

Chiariamo subito qual è il mio pensiero in merito.
Il film va visto.
Da tutti.

Jeff (Jason Segel) insegue il destino, anche in un supermercato

Jeff insegue il destino, anche in un supermercato

Per quanto la storia possa apparire banale e scontata, la bellezza di questo film sta nel raccontare nelle pieghe degli avvenimenti i personaggi di questa storia: Jeff (Jason Segel), il fratello Pat (Ed Helms) e la madre Sharon (Susan Sarandon).
Il viaggio che il protagonista affronta, guidato completamente dal caso, è lo stesso che i suoi famigliari fanno dentro loro stessi. Riscoprono in loro sentimenti che credevano persi, ritrovandosi a rimettersi in gioco così come Jeff fa nella vita di tutti i giorni. Inoltre il tutto è saggiamente mescolato insieme a situazioni esilaranti, che rendono il prodotto assolutamente gustoso sia per gli amanti delle commedie sia per chi adora i film drammatici.

La regia ha un ruolo importante, che riesce ad assolvere a pieno. Con una storia del genere, lo spettatore deve stare sempre al passo con gli avvenimenti, sia nella realtà sia dentro i personaggi. La scelta di fare riprese “mobili” (perdonatemi, non sono pratico del gergo cinematografico), stile amatoriale, con zoomate sui volti nei momenti più intensi rende il prodotto quasi vivo. Dà la sensazione di essere davanti ai protagonisti e vivere con loro le disavventure rappresentate, e tutto questo stimola chi vede il film a seguire i loro ragionamenti e a svilupparli internamente, permettendo di trovare una propria risposta sul destino. O almeno a cercarla.

I due fratelli prima di sfondare una porta, in tutti i sensi

I due fratelli Jeff e Pat prima di sfondare una porta, sia fisica sia metaforica

La recitazione è ottima. Jason Segel (noto ai più per interpretare Marshall in How I met your mother), con la sua stazza rappresenta bene l’ideale del bambinone che non vuole crescere e preferisce rimanere incatenato a casa piuttosto che superare i suoi ostacoli. Ed Helms (Stu di Una notte da leoni) è il perfetto fratello maggiore: incarna il lato maturo della prole e per questo ha forte risentimento nei confronti del fratello minore, del quale invidia la felice spensieratezza (che scopriremo non essere poi così tanto felice). Susan Sarandon (Premio Oscar per Dead Man Walking) inscena una tipica donna emotivamente sola. Vedova, figli cresciuti e un gran vuoto che cerca di tenersi a tutti i costi.

Come detto all’inizio, il film è raccomandato a tutti quanti.
In modo particolare a chi ama i film che vogliono lasciare qualcosa dentro lo spettatore.
Oltre a intrattenere e divertire per una godibilissima ora e mezza.

———————–

P.S.: per collega si intende che io sono un blogger di rango infinitamente minore rispetto al Sommo Porco! E anche questo piesse serve per copiarlo. XD
Seguite Il Viagra della Mente!