Archivi Blog

Vynil Sellout – Giugno 2017

L’estate è arrivata e si è già fatta sentire con le ondate di caldo, ma il Vyinl Sellout non si scompone e torna anche questo mese.

Tre brani da inserire nelle vostre compilation e da ascoltare mentre si va al mare o in montagna, con anche qualche informazione in più per sapere da dove arrivano.

Curiosi di scoprire la tripletta di questo mese? Andiamo a scoprirla!

Vynil Sellout Liberato Tu t'e scurdat' 'e me Merk & Kremont Sad Story Out Of Luck Calvin Harris Feels Katy Perry Pharrell Williams Big Sean

1- Tu t’e scurdat’ ‘e me – Liberato
Un mistero aleggia sulla musica italiana: chi è Liberato? Questo misterioso cantante napoletano, al suo secondo singolo (il primo è stato “Nove Maggio“) dove unisce il pop elettronico dei giorni nostri alle melodie neomelodiche partenopee.
Proprio per questo motivo è stato elogiato persino da Roberto Saviano (qui trovate l’articolo), e sempre per questo sta attirando sempre più pubblico. Senza contare l’alone di ignoto che aleggia su questo cantante.

2- Sad Story (Out Of Luck) – Merk & Kremont
Non è estate ormai senza la solita sfilza di canzoni elettroniche che passano in radio, con la speranza di diventare il nuovo tormentone. La prima che vi presento parte in realtà un pò in sordina, in quanto non si tratta dei soliti dj/produttori di fama mondiale.
Merk & Kremont compongono un duo milanese (all’anagrafe Giordano Cremona – figlio di un certo Raul – e Federico Mercuri) che dal 2014 è presente nel mondo musicale. Tra un singolo ed un remix i due stanno crescendo di popolarità e di bravura, con questa ultima loro canzone che dimostra un livello di esperienza già notevole.

3- Feels – Calvin Harris ft. Pharrell Williams, Katy Perry & Big Sean
C’è chi cresce poco alla volta e chi è ormai presente da anni nella lista delle canzoni dell’estate. Per questo 2017 Calvin Harris ha deciso di assoldare una pletora di big della musica.
Pharrell Williams per la strofa melodica, Katy Perry al ritornello e Big Sean per la strofa rap: come una formazione di super eroi, queste star uniscono le loro forze tutte nello stesso brano per aiutare il produttore inglese a scalare per l’ennesima volta le classifiche. E direi che sono decisamente sulla buona strada.

Vynil Sellout – Febbraio 2017

Eccoci carichi per il nuovo Vynil Sellout con cui scoprire le novità musicali di questo mese.

Ci apprestiamo ad addentrarci nel mondo di tre brani appositamente selezionati. Ne scopriremo le particolarità ed i segreti che celano.

Curiosi di scoprire la tripletta di questo mese? Andiamo a scoprirla!

Vynil Sellout J Balvin Pharrell Williams BIA Sky Safari Deorro Lesley Roy Tell Me Lies Samuel Vedrai

 

1- Safari – J Balvin ft. Pharrell Williams, BIA, Sky
Come abbiamo imparato da tempo, dove Pharrell Williams mette il naso (ed i soldi) il successo è assicurato. Il suo nuovo investimento è J Balvin, artista colombiano che in Italia abbiamo conosciuto all’inizio del 2016 con “Ginza” ed ha subito trovato una buona risposta di pubblico.
In questo brano, contenuto nell’album “Energia“, c’è anche la presenza di BIA, rapper americana dalle origini portoricane ed italiane che dona quel tocco di hit da dancefloor alla canzone che sta spopolando nel mondo latino.

2- Tell Me Lies – Deorro ft. Lesley Roy
Checchè se ne dica nelle varie discussioni legate alla musica, anche i produttori sono veri e propri musicisti: compresi quelli che producono musica elettronica. E come tali, ogni produttore ha un proprio stile riconoscibile nei suoni delle canzoni su cui lavorano.
Personalmente tra i miei preferiti ci sono Daft Punk, Calvin Harris e Galantis e penso a breve dovrò introdurre anche Deorro. Classe 1991, nato a Los Angeles da genitori messicani, nelle sue canzoni trovano spazio melodie ad effetto e suoni molto puliti e quasi ruvidi. Mi ha attirato con “Five Hours“, mi ha convinto con “Bailar“, mi ha conquistato con questa.

3- Vedrai – Samuel
Nel mese di Sanremo, non possiamo escludere una canzone uscita dalla kermesse musicale. Lasciando ballare in santa pace la scimmia nuda di Francesco Gabbani, noi andiamo a muoverci a tempo del brano di Samuel.
Se vi sembra di aver già sentito questa voce, avete sentito bene: è il cantante dei Subsonica che ha deciso di imbarcarsi in un progetto solista che ha toccato anche la più nota competizione canora nostrana. La sua “Vedrai” si è posizionata esattamente a metà classifica, ma è un buon inizio per andare a scoprire il suo mondo musicale senza i compagni di sempre.

Vynil Sellout – Luglio 2016

Nuova sessione del Vynil Sellout in piena estate.

Il momento giusto per parlare di musica, da ascoltare in spiaggia, in montagna e anche durante i viaggi verso le vostre mete! Qui troverete tre brani con le storie ed i retroscena che nascondono.

Curiosi di scoprire la tripletta di questo mese? Andiamo a scoprirla!

Vynil Sellout Charlie Puth Selena Gomez We Don't Talk Anymore Calvin Harris Rihanna This Is What You Came For Pentatonix Jason Derulo If I Ever Fall In Love

 

1- We Don’t Talk Anymore – Charlie Puth ft. Selena Gomez
E’ il duetto dell’estate, canzone dal ritmo lento e calzante ma soprattutto dal ritornello che rimane fisso in mente. Questo è il modo giusto per alimentare la propria fama, senza brani stucchevoli ripetuti in loop e che danno la nausea (leggasi “tormentoni estivi”).
Charlie Puth, musicista 24enne, continua sempre più a farsi conoscere. Lasciati i video in cameretta per il primo disco con la Warner Music, i successi di “Marvin Gaye” e “See You Again” gli hanno permesso di farsi apprezzare da un pubblico più ampio. Selena Gomez invece è già nota ai più giovani per i suoi esordi come una dei molti talenti raccolti dalla Disney. Da molto si dedica alla musica ottenendo enorme successo in America e nei paesi anglofoni, mentre in Italia ancora non è salita alla ribalta. Questo brano potrebbe aiutare anche lei in questa ottica.

2- This Is What You Came For – Calvin Harris ft. Rihanna
Quando si parla di musica dance, in tutte le sue sfumature moderne, non si può ormai non annoverare Calvin Harris tra i suoi principali esponenti. Il produttore inglese è già comparso più di una volta in questi Vynil Sellout e l’ha sempre fatto con brani tanto accattivanti quanto al passo coi tempi.
Nelle sue tracce c’è sempre un aggancio all’andamento della musica da discoteca attuale, che in questo caso è ripreso da ritmi non forsennati e note profonde. La voce di Rihanna rende il tutto più armonioso, anche se per me avrebbero potuto osare di più lasciando la cantante esprimersi di più nel “ritornello”.
In ogni caso, è innegabile che a spingere il brano di quest’anno di Calvin Harris ci sia anche la recente rottura della relazione con Taylor Swift. Che interessa ben poco qui dentro, ma sono comunque cose da sapere…!

3- If I Ever Fall In Love – Pentatonix ft. Jason Derulo
L’ultimo posto per questo mese è dedicato al gruppo vocale più famoso di questi anni. I Pentatonix sono cinque ragazzi che ormai da anni fanno dell’unione delle loro voci un vero tesoro che mettono in esposizione costantemente su YouTube, con un buon successo anche dei loro album di inediti e cover. Proprio con queste ultime hanno iniziato e di una di loro parliamo.
E’ il rifacimento di “If I Ever Fall In Love” degli Shai, quartetto r’n’b americano che ebbe un enorme successo nel 1992. Questa versione del gruppo a cappella, inserita nell’omonimo album “Pentatonix“, vede anche la partecipazione di Jason Derulo che dà una decisa spinta per gli acuti e, soprattutto, si sposa perfettamente con le voci del gruppo.

Vynil Sellout – Agosto 2015

Anche con gli ultimi bagni al mare, le ultime abbronzature e le ultime notti brave, il Vynil Sellout è qui per voi!

Come ogni ultima domenica del mese è pronto a suggerirvi tre delle canzoni che negli ultimi 30 giorni hanno lasciato il segno, stupito, sorpreso, o che semplicemente hanno qualcosa da raccontare.

Curiosi di scoprire la tripletta di questo mese? Andiamo a scoprirla!

Vinili, scritte con linee di troppo... Tutto molto hipster!

Vinili, svendite, scritte con linee di troppo… Tutto molto hipster!

1- Powerful – Major Lazer ft. Ellie Goulding & Tarrus Riley
Nonostante un titolo ed un video dove la distruzione sembra esserne padrona, la canzone ha un ritmo molto cadenzato e poco frenetico. Le voci di Ellie Goulding e di Tarrus Riley sembrano cozzare al primo ascolto, per poi rivelarsi invece in perfetta sintonia.
La prima impressione che ho avuto di questo pezzo è stata delusione per l’occasione sprecata di usare una voce come quella della cantante britannica. Al secondo ascolto invece, a distanza di qualche giorno, ho notato che la canzone mi si era incollata al cervello senza staccarsene e costringendomi a canticchiarla in ogni situazione. Un plauso quindi ai Major Lazer che finiscono per la seconda volta dopo il post di Aprile in questa rubrica.

2- How Deep Is Your Love – Calvin Harris & Disciples
Dell’ascesa di Calvin Harris ne abbiamo già parlato, soprattutto di come riesca inevitabilmente a pubblicare canzoni house che conquistano e si fanno apprezzare da tutti. Per questa estate 2015 ha prodotto insieme al trio dei Disciples questa canzone, con la voce della norvegese Ina Wroldsen.
La traccia è nata nel tardo 2014, quando i Disciples con la cantante registrano il demo e due dei tre membri del collettivo di producers, sotto l’etichetta di Calvin Harris, decidono di inviargliela per avere opinioni e suggerimenti. Harris si innamora così della traccia e decide di collaborare in prima persona, mettendo la firma su questa canzone deep house ed aprendosi ad una nuova sfumatura della musica elettronica.

3- Come Guarda Una Donna – Don Joe ft. Giuliano Palma
Dopo che Gue Pequeno e Jake La Furia hanno fatto altrettanto, anche Don Joe, producer e beat maker dei Club Dogo, si è dato alla carriera da solista. La compagine rap milanese non si è sciolta, ma i suoi membri si sono presi una pausa per lavorare da soli su vari progetti musicali.
In questo caso Don Joe ha pubblicato quasi quatto mesi fa il suo secondo album dal titolo “Ora o mai più“, dove collabora sia con vari rapper sia con cantanti della scena pop italiana. Per “Come Guarda Una Donna” ha scelto la voce di Giuliano Palma, ormai consacratosi come voce solista dopo i successi con i Casino Royale ed i Bluebeaters, che rende il brano molto simile ai pezzi r’n’b americani, fusi tra melodia e ritmo, e per questo molto apprezzabili.

Vynil Sellout – Maggio 2015

Non si interrompe il classico appuntamento di fine mese con il Vynil Sellout.

In questo spazio troverete tre brani selezionati apposta per essere presentati a tutti, raccontare cosa c’è dietro e farvelo ascoltare. Perchè il bello della musica è la scoperta continua di nuovi brani che ci possono emozionare da aggiungere a quelli che già conosciamo.

Curiosi di scoprire la tripletta di questo mese? Andiamo a scoprirla!

Vinili, scritte con linee di troppo... Tutto molto hipster!

Vinili, svendite, scritte con linee di troppo… Tutto molto hipster!

1- Love Injected – Aminata
Molti di voi avranno seguito l’Eurovision Song Contest. Per chi sentisse nominare per la prima volta questa combinazione di parole, si parla di una competizione musicale a livello continentale giunta alla sua 60sima edizione. Tutte le nazioni europee (più quest’anno l’Australia, non chiedetemi perchè) presentano una canzone che verrà votata dai telespettatori e da una giuria di ogni nazione, le quali ovviamente non si possono autovotare.
In questa edizione per l’Italia ha partecipato Il Volo, con la canzone che ha vinto Sanremo “Grande Amore” e si sono piazzati al terzo posto, alle spalle di Russia e della vincente Svezia. Tra tutte invece, quella che ha colpito me particolarmente, è la canzone presentata dalla cantante della Lettonia, tale Aminata. Nata nel 1993, da quando aveva 15 anni canta con ottimo successo nel suo paese, riuscendo poi a portare questa canzone all’Eurovision 2015. Il brano colpisce molto per la sua carica emozionale abbinata ad una voce sensazionale per una ragazza di 18 anni.
Tutto questo ci permette di sorvolare sul video, che è piuttosto inguardabile.

2- Intoxicated – Martin Solveig & GTA
Se la musica dance è entrata in questi ultimi anni a far parte del gran calderone della musica pop, gran merito va dato a coloro che sono veri assi ai piatti e in sala di produzione. Personalmente inserisco tre dj/producers nei massimi livelli: Calvin Harris, David Guetta e Martin Solveig.
Loro sono quelli che, qualsiasi canzone pubblicano con riportato il loro nome, sono sicuro che diventerà una hit. E la mia idea è comprovata da questa canzone: non potete negare di aver cominciato a muovere il piedino appena avete sentito la base salire di ritmo e poi attaccare gli ottoni…
Dai tranquilli, se vi alzate a ballare come dannati con le tapparelle abbassate non lo dico a nessuno!

3- Amore che vieni amore che vai – Roberta Carrese
Maggio è stato il mese che ha visto anche la conclusione di The Voice of Italy 2015. Per la prima volta, alla terza edizione, ha vinto qualcuno che finalmente può pubblicare qualcosa! Dopo la cantante albanese (Elhaida Dani, rappresentante dell’Albania nell’Eurovision 2015) che è tornata a fare musica nel suo paese natale e Suor Cristina, che ha solamente vinto senza fare nulla dopo musicalmente parlando, è finalmente arrivato qualcuno che può spendersi sul mercato musicale italiano. Fabio Curti, membro del Team Facchinetti, ha portato a casa il ricco contratto con la Universal, superando in finale Roberta Carrese. Ovvero la mia favorita.
Puntavo su loro due per la vittoria finale, ma avevo una propensione per la cantante del Team Pelù. A mio parere, Roberta riusciva a dare alle canzoni che cantava un tocco molto personale, facendo sembrare sue anche brani molto popolari. Tra questi c’è la canzone di Fabrizio De Andrè, presentata al primo Live e che fa venire la pelle d’oca.

Vynil Sellout – Ottobre 2014

Benvenuti alla seconda uscita di Vynil Sellout!

Per chi si fosse perso la prima, si tratta di tre brani raccolti da YouTube e suggeriti da io me medesimo, in quanto brani apprezzabili o strani o significativi o qualcos’altro.

Andiamo a scoprire la tripletta di questo mese!

Vinili, scritte con linee di troppo... Tutto molto hipster!

Vinili, svendite, scritte con linee di troppo… Tutto molto hipster!

1. Outside – Calvin Harris ft. Ellie Goulding
Sperare che Calvin Harris non ne imbrocchi una è inutile: ogni canzone che sforna riesce a catturare tutti con la sua musicalità e la spensieratezza che dona. Oltretutto replica la collaborazione con Ellie Goulding dopo quella di “I Need Your Love” e le sonorità del dj e producer scozzese si sposano alla perfezione con la voce della cantautrice inglese.
Questo brano è il singolo che spiana la strada a “Motion“, il quarto album di Calvin Harris. Curiosamente però, non è il primo singolo estratto: la prima traccia estrapolata dall’album che sarà in vendita dal 31 ottobre 2014 (venerdì) è stata “Under Control“, brano che vede la collaborazione con Alesso e gli Hurts uscito il 7 ottobre 2013, più di un anno di distanza.

2. Dangerous – David Guetta ft. Sam Martin
Ultimamente David Guetta aveva preso qualche buca. Dopo il suo periodo d’oro, ha inanellato una serie di 3-4 canzoni  non all’altezza delle precedenti che hanno messo in discussione la sua posizione nel gotha dei musicisti elettronici. Dopo la lieve ripresa estiva con “Lovers on the Sun“, il dj francese ha deciso di virare verso sonorità decisamente più pop con il brano “Dangerous“, che come il precedente vede la collaborazione canora di Sam Martin e fa parte del nuovo disco “Listen“, in uscita il 24 novembre 2014.
Per molti il cambio di genere può sembrare una debolezza, ma in casi come questi, quando il pezzo è ben riuscito, c’è da chiedersi se probabilmente non sia in realtà abile in entrambi i generi.

3. Happy Idiot – TV On The Radio
Chiudiamo questo trittico abbandonando le sonorità elettroniche e tuffandoci in quelle rock. Alternative rock, per essere precisi, ai quali si mischiano suoni elettronici (aridaje). Fondato nel 2001 a Brooklyn, fanno della sperimentazione il loro punto di forza e ne escono delle canzoni dal ritmo coinvolgente.
Nel video della canzone ci sono due ospiti di eccezione: Pee-wee Herman, personaggio televisivo di programmi per bambini degli anni ’80, e Karen Gillan, attrice scozzese salita alla ribalta con Doctor Who e che si sta affermando anche in America.
Ok lo ammetto, il vero motivo per cui ho scoperto la canzone è per Karen Gillan, ok? Però la canzone non è per niente male…

Halcyon

E’ il titolo dell’ultimo album di Ellie Goulding (di cui ho già parlato in questo post). Il mio modestissimo parere è che questo è l’album dell’anno.

Non so quanti di voi abbiano già sentito una sua canzone precedente, ma chi l’ha fatto sa che Ellie ha una voce straordinaria, con la quale riesce a coprire una vasta gamma di sonorità. E lei sfrutta a dovere questo suo dono, con canzoni che spaziano dal lento e melodico fino anche all’elettronica.
In Halcyon (uscito ieri nel Regno Unito) c’è un campionario di tutto questo, con canzoni che danno lustro alla sua voce, ma anche alle musiche che le accompagnano, segnando un ulteriore passo nella fusione tra strumenti classici ed elettronica musicale. Menzioni d’onore per My Blood, Figure 8 e In The City, tre delle tracce in cui vengono espresso tutto quello appena descritto, e anche a I Need Your Love, nella quale c’è la collaborazione di Calvin Harris, nome noto della musica house contemporanea.
Se qualcuno ci avesse già fatto un pensiero all’acquisto, suggerisco la versione Deluxe: si paga un pò di più, ma le canzoni “extra” sono tra le più belle dell’intera opera.

Come ogni post “musicale”, un suggerimento del lavoro presentato: qui sotto potete ascoltare Explosions, quella che considero la migliore traccia dell’album.