Archivi Blog

Vynil Sellout – Giugno 2016

Ultima domenica del mese: tempo di Vynil Sellout!

Tre brani tutti da sentire e tutti da scoprire, andando a vedere cosa nascondono le canzoni e i loro autori.

Curiosi di scoprire la tripletta di questo mese? Andiamo a scoprirla!

Vynil Sellout Nulla Accade Marracash Guè Pequeno Panda Desiigner Flume Like Water MNDR

 

1- Nulla Accade – Marracash & Guè Pequeno
I due rapper milanesi da tempo si sono chiusi in studio di registrazione per far uscire un loro album. Il King del Rap ed il membro dei Club Dogo, dopo tanti brani assieme in cui era marcata la presenza di feeling musicale, finalmente hanno fatto società e dato la vita a “Santeria“.
Quindici brani dove Guè e Marra mischiano le classiche tematiche da playboy famelici a rime più mature ma sempre dalla forte carica esplosiva. In “Nulla Accade” i due si presentano raccontando nelle loro strofe come siano arrivati fino a questo punto.

2- Panda – Desiigner
Fa effetto parlare di favola quando ci si riferisce al mondo del rap, soprattutto quello americano che vive ancora oggi con regole sue (molto meno in ogni caso rispetto agli anni ’90). Di fatto è questa quella che sta vivendo Sidney Royel Selby III, che dal nulla a 18 anni si è trovato tra le mani una hit mondiale.
La musica è sempre stata nel suo sangue: musica abbracciata nei cori di scuola e chiesa, sangue che ha perso quando gli hanno sparato a 14 anni. Da qui il ragazzo di Brooklyn ha deciso di lasciare le superiori e di dedicarsi al rap, facendo uscire “Panda” come singolo di debutto del suo album. Conseguenze? Un contratto con la GOOD Music di Kanye West (che potete vedere nel video qui sotto) e una carriera pronta a prendere il volo.
Leggenda narra che la base del brano sia stata scovata su YouTube ed acquistata per 200$. Un investimento ora più che centuplicato.

3- Like Water – Flume ft. MNDR
Classe ’91, australiano e più di cinque anni nel mondo della musica in qualità di produttore: questi i dati di Flume, al secolo Harley Edward Streten. “Skin” è il suo secondo album e contiene “Like Water“, traccia che racchiude lo stile psichedelico ma raffinato del producer aussie.
Più che con i propri brani, Flume si è fatto un nome grazie ad alcuni remix tra cui spiccano Lorde, Sam Smith e Disclosure. Ora però i tempi sono maturi per provare ad affermarsi definitivamente con i propri brani.

Vynil Sellout – Agosto 2015

Anche con gli ultimi bagni al mare, le ultime abbronzature e le ultime notti brave, il Vynil Sellout è qui per voi!

Come ogni ultima domenica del mese è pronto a suggerirvi tre delle canzoni che negli ultimi 30 giorni hanno lasciato il segno, stupito, sorpreso, o che semplicemente hanno qualcosa da raccontare.

Curiosi di scoprire la tripletta di questo mese? Andiamo a scoprirla!

Vinili, scritte con linee di troppo... Tutto molto hipster!

Vinili, svendite, scritte con linee di troppo… Tutto molto hipster!

1- Powerful – Major Lazer ft. Ellie Goulding & Tarrus Riley
Nonostante un titolo ed un video dove la distruzione sembra esserne padrona, la canzone ha un ritmo molto cadenzato e poco frenetico. Le voci di Ellie Goulding e di Tarrus Riley sembrano cozzare al primo ascolto, per poi rivelarsi invece in perfetta sintonia.
La prima impressione che ho avuto di questo pezzo è stata delusione per l’occasione sprecata di usare una voce come quella della cantante britannica. Al secondo ascolto invece, a distanza di qualche giorno, ho notato che la canzone mi si era incollata al cervello senza staccarsene e costringendomi a canticchiarla in ogni situazione. Un plauso quindi ai Major Lazer che finiscono per la seconda volta dopo il post di Aprile in questa rubrica.

2- How Deep Is Your Love – Calvin Harris & Disciples
Dell’ascesa di Calvin Harris ne abbiamo già parlato, soprattutto di come riesca inevitabilmente a pubblicare canzoni house che conquistano e si fanno apprezzare da tutti. Per questa estate 2015 ha prodotto insieme al trio dei Disciples questa canzone, con la voce della norvegese Ina Wroldsen.
La traccia è nata nel tardo 2014, quando i Disciples con la cantante registrano il demo e due dei tre membri del collettivo di producers, sotto l’etichetta di Calvin Harris, decidono di inviargliela per avere opinioni e suggerimenti. Harris si innamora così della traccia e decide di collaborare in prima persona, mettendo la firma su questa canzone deep house ed aprendosi ad una nuova sfumatura della musica elettronica.

3- Come Guarda Una Donna – Don Joe ft. Giuliano Palma
Dopo che Gue Pequeno e Jake La Furia hanno fatto altrettanto, anche Don Joe, producer e beat maker dei Club Dogo, si è dato alla carriera da solista. La compagine rap milanese non si è sciolta, ma i suoi membri si sono presi una pausa per lavorare da soli su vari progetti musicali.
In questo caso Don Joe ha pubblicato quasi quatto mesi fa il suo secondo album dal titolo “Ora o mai più“, dove collabora sia con vari rapper sia con cantanti della scena pop italiana. Per “Come Guarda Una Donna” ha scelto la voce di Giuliano Palma, ormai consacratosi come voce solista dopo i successi con i Casino Royale ed i Bluebeaters, che rende il brano molto simile ai pezzi r’n’b americani, fusi tra melodia e ritmo, e per questo molto apprezzabili.

Vynil Sellout – Novembre 2014

Terza uscita per il Vynil Sellout!

Continua la selezione di tre brani scovati dal sottoscritto nei vari ascolti su YouTube oppure per radio. Soprattutto in radio per quanto riguarda novembre, dato che avendo iniziato un lavoro a tempo pieno è quello il principale mezzo di sostentamento musicale.

Andiamo alla scoperta della tripletta di questo mese!

Vinili, scritte con linee di troppo... Tutto molto hipster!

Vinili, svendite, scritte con linee di troppo… Tutto molto hipster!

1. Losing – Becky Hill
Se parliamo di musica pop, questo è un PEZZONE. Elude agilmente gran parte della robaccia che i nomi importanti fanno uscire e si fissa nella mente di chi ascolta il pezzo. Niente giri inutili, niente vocalizzazioni che lasciano il tempo che trovano: solo un pezzo semplice, con una base e una voce pulite che insieme vanno a nozze.
Becky Hill è una cantante inglese del 1994 che si è messa in mostra nella prima edizione di The Voice UK, anno 2012. Uscita fuori alle semifinali, è riuscita in ogni caso ad essere la prima cantante che, uscita dal talent show, ha raggiunto il primo posto nella classifica dei singoli britannici.
Tanta roba lei, tanta roba la canzone.

2. Belief – John Mayer
Come già spiegato nell’introduzione, ho iniziato a lavorare. Usando internet nei momenti liberi a casa, ho scoperto una cosa: la musica di John Mayer è estremamente rilassante. Conosco questo mago della chitarra già da qualche anno, ma è solo recentemente che ho cominciato ad ascoltarlo assiduamente. Come suona lui con le sei corde ce ne sono veramente pochissimi su questo pianeta e le sue canzoni sono un toccasana per chi vuole abbandonarsi alla melodia che mostri sacri del calibro di Jimi Hendrix.
Altra caratteristica del cantautore statunitense: nei concerti mette parecchia improvvisazione, che rendono ancora più speciali i suoi brani. In questo caso vi faccio ascoltare “Belief“, che trasmette un vero e proprio senso di chillout.

3. Sai Zio – Club Dogo
Devo ancora ascoltare tutto l’album “Non siamo più quelli di Mi fist“. Dei singoli per ora usciti, solo “Fragili” l’ho trovato apprezzabile. Devo dire invece che con “Sai Zio” i Club Dogo giocano in casa: al solito tema aggiungono una nota pacifista, sottolineata dal campione di “Overdose (d’amore)” di Zucchero, mentre per il resto sfoderano il loro repertorio di rime da strada che ritroviamo nei loro ultimi successi.
Per il video sorprendentemente, dato il tema trattato, non c’è la solita sfilata di scosciate ed ostentazione di ricchezza. Rassicuriamo i più: un pò di carne al fuoco c’è, ma per lo meno non è fine a se stessa ma contestualizzata e di buon gusto.
Per il resto, il brano è altamente godibile.