Archivi Blog

Vynil Sellout – Aprile 2016

Il  Vynil Sellout è sempre qui per proporvi la musica giusta.

Tre tracce e ciò che celano: gli artisti, le loro carriere, fatti legati ai brani e ciò che portano e ispirano.

Curiosi di scoprire la tripletta di questo mese? Andiamo a scoprirla!

Vynil Sellout Imany Sia Justin Bieber

 

1- Don’t Be So Shy – Imany (Filatov & Karas Remix)
Da atleta di salto in alto a modella e da modella a cantante. Quanti stravolgimenti nella vita di Imany, nome d’arte della 37enne Nadia Mladjao che da qualche anno ha deciso di dedicare la sua vita artistica alla musica.
La canzone originale ha un’atmosfera molto intima, dove la sua voce viene accompagnata soltanto dal pianoforte ed effetti: un brano perfetto per momenti rilassanti. Per farle raggiungere il successo ci voleva l’intervento di Filatov & Karas, una coppia di dj russi che ha reso il pezzo della cantante francese un disco dance pop che sta conquistando le radio.

2- Move Your Body – Sia
Al contrario dell’esempio precedente, la vita di Sia Furler è stata completamente dedicata alla musica. Il pubblico ha imparato a conoscerla nel 2011 con “Titanium” di David Guetta, per poi consacrlarla grazie a “Chandelier” due anni fa. In realtà la 41enne (GIA’!) australiana ha fatto di tutto nella sua carriera musicale: acid jazz, r’n’b e tanto pop, soprattutto per gli altri.
Sia infatti è conosciuta anche per aver scritto moltissime delle canzoni rese celebri da altre cantanti pop di altissimo livello come Rihanna, Beyonce e Adele. Soprattutto il suo ultimo album “This Is Acting” si vocifera sia composto tutto da canzoni scartate dalle altre star. Per esempio, provate a sentire “Move Your Body” e ad immaginarla con la voce di Shakira…

3- Company – Justin Bieber
Sì. Purtroppo sì. Odio tanto Justin Bieber tanto quanto odio ammettere che il suo ultimo album “Purpose” è una bomba. E’ raro al giorno d’oggi vedere un album pop così completo, che svaria dal dance alle ballate ai motivetti che rimangono in testa.
Passate le fasi di bambino prodigio e di adolescente ribelle, possiamo dire che il 22enne del Canada stia entrando nella fase di cantante affermato. Questo suo ultimo lavoro è encomiabile: produzioni cucite su misura sulla sua voce, una collana di 18 perle che vale la pena di scorrere per intero. Ora vado a farmi fustigare per aver appena scritto questo.

Vynil Sellout – Maggio 2015

Non si interrompe il classico appuntamento di fine mese con il Vynil Sellout.

In questo spazio troverete tre brani selezionati apposta per essere presentati a tutti, raccontare cosa c’è dietro e farvelo ascoltare. Perchè il bello della musica è la scoperta continua di nuovi brani che ci possono emozionare da aggiungere a quelli che già conosciamo.

Curiosi di scoprire la tripletta di questo mese? Andiamo a scoprirla!

Vinili, scritte con linee di troppo... Tutto molto hipster!

Vinili, svendite, scritte con linee di troppo… Tutto molto hipster!

1- Love Injected – Aminata
Molti di voi avranno seguito l’Eurovision Song Contest. Per chi sentisse nominare per la prima volta questa combinazione di parole, si parla di una competizione musicale a livello continentale giunta alla sua 60sima edizione. Tutte le nazioni europee (più quest’anno l’Australia, non chiedetemi perchè) presentano una canzone che verrà votata dai telespettatori e da una giuria di ogni nazione, le quali ovviamente non si possono autovotare.
In questa edizione per l’Italia ha partecipato Il Volo, con la canzone che ha vinto Sanremo “Grande Amore” e si sono piazzati al terzo posto, alle spalle di Russia e della vincente Svezia. Tra tutte invece, quella che ha colpito me particolarmente, è la canzone presentata dalla cantante della Lettonia, tale Aminata. Nata nel 1993, da quando aveva 15 anni canta con ottimo successo nel suo paese, riuscendo poi a portare questa canzone all’Eurovision 2015. Il brano colpisce molto per la sua carica emozionale abbinata ad una voce sensazionale per una ragazza di 18 anni.
Tutto questo ci permette di sorvolare sul video, che è piuttosto inguardabile.

2- Intoxicated – Martin Solveig & GTA
Se la musica dance è entrata in questi ultimi anni a far parte del gran calderone della musica pop, gran merito va dato a coloro che sono veri assi ai piatti e in sala di produzione. Personalmente inserisco tre dj/producers nei massimi livelli: Calvin Harris, David Guetta e Martin Solveig.
Loro sono quelli che, qualsiasi canzone pubblicano con riportato il loro nome, sono sicuro che diventerà una hit. E la mia idea è comprovata da questa canzone: non potete negare di aver cominciato a muovere il piedino appena avete sentito la base salire di ritmo e poi attaccare gli ottoni…
Dai tranquilli, se vi alzate a ballare come dannati con le tapparelle abbassate non lo dico a nessuno!

3- Amore che vieni amore che vai – Roberta Carrese
Maggio è stato il mese che ha visto anche la conclusione di The Voice of Italy 2015. Per la prima volta, alla terza edizione, ha vinto qualcuno che finalmente può pubblicare qualcosa! Dopo la cantante albanese (Elhaida Dani, rappresentante dell’Albania nell’Eurovision 2015) che è tornata a fare musica nel suo paese natale e Suor Cristina, che ha solamente vinto senza fare nulla dopo musicalmente parlando, è finalmente arrivato qualcuno che può spendersi sul mercato musicale italiano. Fabio Curti, membro del Team Facchinetti, ha portato a casa il ricco contratto con la Universal, superando in finale Roberta Carrese. Ovvero la mia favorita.
Puntavo su loro due per la vittoria finale, ma avevo una propensione per la cantante del Team Pelù. A mio parere, Roberta riusciva a dare alle canzoni che cantava un tocco molto personale, facendo sembrare sue anche brani molto popolari. Tra questi c’è la canzone di Fabrizio De Andrè, presentata al primo Live e che fa venire la pelle d’oca.

Vynil Sellout – Dicembre 2014

E siamo al quarto Vynil Sellout, l’ultimo per questo 2014!

Anche questo mese tre brani selezionati da me medesimo e proposti a voi, cercando di darvi qualche spunto in più per farvi comprendere perchè dovreste ascoltari.

Senza perdere altro tempo, partiamo alla scoperta della tripletta di questo mese!

Vinili, scritte con linee di troppo... Tutto molto hipster!

Vinili, svendite, scritte con linee di troppo… Tutto molto hipster!

1- Sabato – Jovanotti
Negli ultimi anni Jovanotti è diventato incontestabilmente uno dei grandi della musica pop: sicuramente italiana, forse anche mondiale per il suo modo di relazionarsi con il mondo musicale. Come i più grandi, riesce a cogliere la fase che sta vivendo adesso la musica internazionale e riesce a riprodurlo a modo suo, con suoni e testi associabili a lui solo.
Con questa “Sabato“, che fa da apripista al suo nuovo album “Lorenzo Cilindrata 2015” in uscita il 24 febbraio 2015, ha perfettamente colto l’atmosfera dance che si sta vivendo in questi mesi, con un testo dedicato al momento italiano di oggi e suoni che strizzano l’occhio al suo passato musicale.

2- The Whisperer – David Guetta ft. Sia
Dopo averne parlato nel Vynil Sellout di Ottobre 2014, torno a parlare di “Listen“, l’ultimo album di David Guetta. Ascoltando tutti i brani si nota una decisa maturazione musicale del dj e producer francese, che abbraccia tutti i sottogeneri della musica dance e si mette ad esplorare tutta la musica.
Il brano che mi ha colpito maggiormente è “The Whisperer“, dove trova ancora una perfetta collaborazione con Sia (presente nell’album anche con “Bang My Head“). L’atmosfera è quasi magica e non sembra in alcun modo di ascoltare un pezzo prodotto da uno dei dj più famosi al mondo.

3- I Know – Shift K3Y
In questo momento musicale, dove la musica dance la fa da padrona, sono tanti i produttori giovani che trovano il loro posto al sole con canzoni apprezzabili, senza magari sapere che prima di questo hanno fatto molte altre cose. Questo è il caso di Shift K3Y, factotum musicale inglese e rispondente al nome di Lewis Shay Jankel: sono già 5 gli EP che ha fatto uscire dal 2011, al quale ha aggiunto decine di tracce tra bootleg, remix e singoli. Dopo essersi fatto conoscere con “Touch” negli UK in aprile, ora sembra farsi largo anche qui con questo singolo dai torni morbidi e molto intriganti.

Vynil Sellout – Ottobre 2014

Benvenuti alla seconda uscita di Vynil Sellout!

Per chi si fosse perso la prima, si tratta di tre brani raccolti da YouTube e suggeriti da io me medesimo, in quanto brani apprezzabili o strani o significativi o qualcos’altro.

Andiamo a scoprire la tripletta di questo mese!

Vinili, scritte con linee di troppo... Tutto molto hipster!

Vinili, svendite, scritte con linee di troppo… Tutto molto hipster!

1. Outside – Calvin Harris ft. Ellie Goulding
Sperare che Calvin Harris non ne imbrocchi una è inutile: ogni canzone che sforna riesce a catturare tutti con la sua musicalità e la spensieratezza che dona. Oltretutto replica la collaborazione con Ellie Goulding dopo quella di “I Need Your Love” e le sonorità del dj e producer scozzese si sposano alla perfezione con la voce della cantautrice inglese.
Questo brano è il singolo che spiana la strada a “Motion“, il quarto album di Calvin Harris. Curiosamente però, non è il primo singolo estratto: la prima traccia estrapolata dall’album che sarà in vendita dal 31 ottobre 2014 (venerdì) è stata “Under Control“, brano che vede la collaborazione con Alesso e gli Hurts uscito il 7 ottobre 2013, più di un anno di distanza.

2. Dangerous – David Guetta ft. Sam Martin
Ultimamente David Guetta aveva preso qualche buca. Dopo il suo periodo d’oro, ha inanellato una serie di 3-4 canzoni  non all’altezza delle precedenti che hanno messo in discussione la sua posizione nel gotha dei musicisti elettronici. Dopo la lieve ripresa estiva con “Lovers on the Sun“, il dj francese ha deciso di virare verso sonorità decisamente più pop con il brano “Dangerous“, che come il precedente vede la collaborazione canora di Sam Martin e fa parte del nuovo disco “Listen“, in uscita il 24 novembre 2014.
Per molti il cambio di genere può sembrare una debolezza, ma in casi come questi, quando il pezzo è ben riuscito, c’è da chiedersi se probabilmente non sia in realtà abile in entrambi i generi.

3. Happy Idiot – TV On The Radio
Chiudiamo questo trittico abbandonando le sonorità elettroniche e tuffandoci in quelle rock. Alternative rock, per essere precisi, ai quali si mischiano suoni elettronici (aridaje). Fondato nel 2001 a Brooklyn, fanno della sperimentazione il loro punto di forza e ne escono delle canzoni dal ritmo coinvolgente.
Nel video della canzone ci sono due ospiti di eccezione: Pee-wee Herman, personaggio televisivo di programmi per bambini degli anni ’80, e Karen Gillan, attrice scozzese salita alla ribalta con Doctor Who e che si sta affermando anche in America.
Ok lo ammetto, il vero motivo per cui ho scoperto la canzone è per Karen Gillan, ok? Però la canzone non è per niente male…