Archivi Blog

Vynil Sellout – Marzo 2017

 

Il nuovo appuntamento con il Vynil Sellout prevede una selezione ricca ed interessante.

La scoperta di tre brani, le loro origini, gli artisti che li hanno creati e soprattutto il loro suono, pronto ad arricchirvi e a farvi ballare.

Curiosi di scoprire la tripletta di questo mese? Andiamo a scoprirla!

 

Vynil Sellout Julia Michaels Issues Ed Sheeran Shape of You Bruno Mars That's What I Like

1- Issues – Julia Michaels
Mi sono letteralmente innamorato di questa canzone! A livello melodico la trovo perfetta e senza sbavature, contando anche la combinazione tra suoni classici ed elettronici nella base che le danno un effetto anni ’50 con un’impronta contemporanea. Ed anche il testo, che solitamente passa in secondo piano se si tratta di canzoni straniere, è molto sentito e calza con tutta la struttura.
Proprio il testo è uno degli aspetti che mi ha lasciato sorpreso: non avendo mai sentito il nome di Julia Michaels pensavo fosse l’ennesima faccia carina lanciata sul mercato come prodotto confezionato da qualche compagnia musicale. Invece scopro che non solo il testo l’ha scritto lei e fa parte del suo vissuto, ma che è anche la collaboratrice in molti dei successi recenti (tra i tanti) di Demi Lovato, Fifth Harmony, Gwen Stefani, Zedd, Justin Bieber, Selena Gomez, Britney Spears e Ed Sheeran.

2- Shape of You – Ed Sheeran
Partendo proprio dall’ultimo nome della lista precedente, abbiamo nelle cuffiette uno dei brani dell’ennesimo altro album di successo del cantautore britannico. Ed Sheeran si sta imponendo sempre più nella scena pop mondiale come artista dallo stile inconfondibile e che, anche quando si allontana dalla sua fidata chitarra, sforna successi mondiali.
Ne è la prova questa canzone, uno dei due singoli che ai primi di gennaio ha anticipato l’uscita ad inizio mese di “÷” (“Divide“). Superato il decennio di carriera, questo quinto album è diventato nel giro di pochissime settimane un successo a conferma del talento mondiale di Ed Sheeran.
Molto divertente anche il video, che sembra aver poco a che fare con il testo.

3- That’s What I Like – Bruno Mars
Chiudiamo questo terzetto con una canzone tutta da ballare sfornata dall’inarrestabile Bruno Mars, che quando inizia a pubblicare i singoli dei suoi dischi fa una continua strage di pubblico. Questa “That’s What I Like” lo vede protagonista di un video in solitaria, dove mette in mostra le sue straordinarie doti da ballerino, oltre a quelle ben note di cantante.
Molti, tra cui il sottoscritto, si sono chiesti delle origini di questo cantante americano. Innazitutto, il suo è un nome d’arte: all’anagrafe è Peter Gene Hernandez, nato a Honolulu e di origini portoricane e filippine. Lo pseudonimo con cui si fa conoscere proviene da Bruno Sammartino, wrestler anni ’60 e ’70 al quale assomigliava da bambino, e da Marte, in quanto le ragazze che lo ammiravano all’inizio dicevano che era un talento fuori dal mondo.

Annunci

Cover of the Week #6 – “Drunk In Love” di Ed Sheeran

L’appuntamento ormai fisso della domenica del TARDIS è qui. Il sesto incontro con il Cover of the Week ha inizio!
Venite ad ascoltare la cover che vi consiglio questa settimana.

ed-sheeran-beyonce

La mia scelta è ricaduta su un giovane cantautore da poco esposto al palcoscenico mondiale e che sta ricevendo tanti complimenti. Parlo di Ed Sheeran: ragazzo inglese affacciatosi nel mondo della musica nel 2005, a soli 14 anni, e che con tanta tenacia è riuscito a conquistarsi da solo un’enorme fetta di pubblico, fino ad essere avvicinato da Pharrell Williams che ha prodotto il suo ultimo album.
Si trova qui in questa rubrichetta per la sua cover di “Drunk In Love“, canzone recente di Beyoncé. Mi sembra piuttosto inutile parlarvi della cantante americana più famosa degli ultimi anni, che insieme al marito rapper Jay-Z sono la coppia del momento e da poco hanno anche iniziato un tour insieme.

 

Cliccate qui per ascoltare il brano originale, mentre per la cover trovate il video qui sotto.