Archivi Blog

Sala d’attesa – #11

Sala d'attesaSiete seduti ad aspettare il vostro turno dal dentista e le riviste di gossip non vi esaltano? Dovete attendere che il meccanico ripari la vostra auto e sapete che è inutile sfogliare il giornale alla ricerca di auto usate perchè sai che non la cambierai? La coda in posta si è ridotta ad una partita infinita ai giochini sul cellulare?

Prenditi un break come si deve e leggi uno di questi 15 articoli! Assicurato al 100%, la noia non sarà più un problema.

IL FASCINO DISCRETO DELL’IPOCRISIA
Un ottimo approfondimento di Ultimo Uomo sul mondo del NCAA, lo sport collegiale americano, e nello specifico per quello che coinvolge il basket. Giocatori a malapena maggiorenni catapultati in una realtà molto distante da quella universitaria e molti più vicina ai microfoni dei giornalisti.

IL PECCATO ORIGINALE DELLA MLS
Grande affluenza di pubblico, stelle da tutto il mondo ed un campionato strutturato per regalare più emozioni: eppure la Major League Soccer non decolla. Qual è il problema che attanaglia il campionato professionistico a stelle e strisce e come può liberarsene?

QUANDO SCOPRIMMO CHE RENZI ERA IL PRESIDENTE DELLA NOSTRA SQUADRA DI PAESE
Purtroppo devo ripiegare su un link de Il Fatto Quotidiano, ma a termine dell’articolo c’è il link ad il pezzo principale, ora non disponibile. Delizioso racconto fantastico, che vede una discreta squadra di calcio amatoriale finire nelle mani dell’ex Presidente del Consiglio.

COS’E’ FINGABOL?
Una delle tante applicazioni del calcio alla quiete delle mura domestiche, il Fingabol si propone come nuovo intrattenitore degli appassionati. Un discendente del Subbuteo, che attinge da air hockey e biliardo per dare vita ad un gioco dove le geometrie di gioco hanno un senso molto più letterale del campo in erba.

DIZIONARIO TATTICO: LO SWEEPER KEEPER
Un modo interessante per scoprire la grandezza di Manuel Neuer, probabilmente il miglior portiere al mondo per i prossimi 10 anni. Per praticare questo ruolo non bisogna essere solo bravo tra i pali, ma anche lontano dall’area di rigore nel girare il pallone ai compagni.

LA RIVOLUZIONE TATTICA DELLA SERIE A
Bellissimo long form che permette di approfondire l’evoluzione calcistica del campionato italiano negli ultimi 10 anni. In molti potrebbero dire che in realtà la crescita, se confrontata agli altri campionati maggiori, è pari a zero: vi sorprenderà scoprire come in realtà anche la Serie A ha avuto grosse innovazioni.

ANIMALE STRANO
Ad una prima impressione, Sergej Milinkovic-Savic si direbbe un centrocampista fatto e finito per la mediana e l’interruzione delle trame avversarie. Invece, osservandolo da vicino, le caratteristiche che lo stanno rendendo sempre più titolare nella Lazio sono ben altre.

STARTED FROM THE BOTTOM
Così come intona Drake, molte storie di calciatori parlano di ragazzi ai margini della società che con un pallone tra i piedi sono riusciti a lasciarsi tutto alle spalle e ad emergere. Ultimo Uomo ha raccolto le migliori nove, ma come potete ben immaginare è difficile superare il passato che ha avuto Carlos Tevez.

PERCHE’ DALE CAVESE VIENE CANTATO OVUNQUE
La storia di un coro che ha attraversato gli oceani e risuona negli stadi di tutto il mondo. Come ha fatto un canto da Cava de’ Tirreni, in provincia di Salerno, ad invadere Francia, Giappone ed altri campionati? Tutto in realtà nasce da Buenos Aires…

DUGOUT: IL SOCIAL NETWORK DEL CALCIO
Come da titolo, anche un intero movimento sportivo ha trovato la sua piattaforma digitale. Su Dugout le squadre ed i giocatori di tutto il mondo possono postare video ed immagini esclusive e mostrare anche le proprie qualità. L’intento è di coinvolgere chiunque pratichi lo sport più conosciuto al mondo, ma non è un caso che i club più famosi l’abbiano già invaso.

5 STORIE ASSURDE EMERSE DA FOOTBALL LEAKS
Un tipico scandalo moderno, che agita le dita dei polemici da tastiera, mette dietro le sbarre qualche profilo medio-basso del giro losco e sostanzialmente non risolve nulla. Ma lo scandalo del calcio ha riservato anche storie incredibili come le amichevoli di beneficenza di Messi ed il vero prezzo di Gareth Bale.

10 BIGGEST MYSTERIES ON FOOTBALL
Un video che sconvolgerà le menti degli appassionati di calcio. Misteri, storie al limite della credibilità ma che voci ben informate potrebbero dire essere assolutamente vere. La vera età di Taribo West, Cristiano Ronaldo diventa spagnolo e finti avvocati che trattano per conto del Manchester United solo per iniziare. Nota a margine: è in inglese.

UN REGISTA SI E’ FATTO RUBARE APPOSTA LO SMARTPHONE E HA GIRATO UN FILM ALL’INSAPUTA DEL LADRO
A metà tra l’esperimento sociale e la volontà di superare i limiti dell’arte, in Olanda un giovane regista ha provato a farsi rubare il cellulare per ribaltare i ruoli del furto elettronico ed entrare lui nei panni di chi ha preso il suo telefono e non viceversa. Ma in fondo non è anche il suo un gesto di invasione della privacy?

THIS MIXTAPE PERFECTLY BLENDS CHANCE THE RAPPER VOCALS OVER KANYE WEST BEATS
“Chance The Dropout” è un lavoro realizzato da DJ Critical Hype e DJ Clyde, dove hanno combinato le tracce vocali di Chance The Rapper con le produzioni di Kanye West. Perchè? Entrambi sono di Chicago, il primo ha sempre dichiarato di ammirare il secondo e soprattutto perchè spacca.

LO STATUS DI MARRACASH
Per numero di produzioni, presenza sulla scena e qualità delle canzoni, ritengo Marracash il miglior rapper italiano.Questa intervista per SIAE fa il punto dopo l’uscita di due pietre miliari del rap come “Status”, ultimo album solista, e “Santeria”, disco in coppia con Gue Pequeno.

Annunci

Vynil Sellout – Novembre 2016

Il Vynil Sellout torna anche questo mese, pronto a proporvi un pò di buona e sana musica.

Una selezione di tre canzoni da ascoltare, scoprire e approfondire per gustarsi ancora di più il loro ascolto.

Curiosi di scoprire la tripletta di questo mese? Andiamo a scoprirla!

Vynil Sellout Childish Gambino Redbone Marracash Guè Pequeno Ninja Alex Clare Up All Night

 

1- Redbone – Childish Gambino
Ci siamo, tra poco la nuova fatica musicale di Donald Glover, vero nome di Childish Gambino, vedrà la luce. Con un passato da rapper ed un flirt da cantate r’n’b, ora l’attore visto in Community volta pagina e sembra esserti trasportato nelle atmosfere intense e avvolgenti della musica anni ’60 con il supporto della strumentazione elettronica.
Al suo fianco il fido Ludwig Göransson, produttore di quasi tutte le sue canzoni e che a sentire le tracce in anteprima (questa e “Me and Your Mama“) dimostra di avere una sinergia con Glover quasi unica. Il poliedrico 33enne californiano continua così a rimanere sulla cresta dell’onda, con l’annuncio del ruolo di Lando Calrissian nel film spin off di Star Wars dedicato a Han Solo e l’album “Awaken, My Love!” in uscita il 2 dicembre.

2- Ninja – Marracash e Guè Pequeno
La stessa data vedrà pubblicato anche “Santeria – Tesori Nascosti“, la versione Deluxe dell’album pubblicato dai due rapper  questa estate e che ha avuto molto successo. Questa nuova edizione vedrà tre brani con nuovi featuring e tre canzoni inedite, tra cui questa.
Niente di particolare nei contenuti: anche questa canzone vede i due evidenziare la loro vita al limite e legare le metafore al mondo dei guerrieri giapponesi che lottano nell’ombra. Tra i due preferisco Marracash, molto più aderente all’argomento, mentre Guè Pequeno, come spesso fa, preferisce rimanere legato ai suoi temi (ma spacca lo stesso).

3- Up All Night – Alex Clare
Una sferzata di energia con questo pezzo rock del lontano 2010, il primo singolo di debutto del cantante britannico. Alex Clare ha iniziato proprio sei anni fa a presentarsi al grande pubblico avendo un buon successo nei paesi anglofoni e nel centro Europa.
La scoperta di questa canzone è dovuta ad una serie televisiva, che la usa come colonna sonora. Si tratta di Class, serie spin off di Doctor Who incentrata su un gruppo di adolescenti che frequentano la Coal Hill School e che vengono a contatto con il Dottore ed il suo mondo fatto di alieni e rischi mortali ogni giorno.

Vynil Sellout – Giugno 2016

Ultima domenica del mese: tempo di Vynil Sellout!

Tre brani tutti da sentire e tutti da scoprire, andando a vedere cosa nascondono le canzoni e i loro autori.

Curiosi di scoprire la tripletta di questo mese? Andiamo a scoprirla!

Vynil Sellout Nulla Accade Marracash Guè Pequeno Panda Desiigner Flume Like Water MNDR

 

1- Nulla Accade – Marracash & Guè Pequeno
I due rapper milanesi da tempo si sono chiusi in studio di registrazione per far uscire un loro album. Il King del Rap ed il membro dei Club Dogo, dopo tanti brani assieme in cui era marcata la presenza di feeling musicale, finalmente hanno fatto società e dato la vita a “Santeria“.
Quindici brani dove Guè e Marra mischiano le classiche tematiche da playboy famelici a rime più mature ma sempre dalla forte carica esplosiva. In “Nulla Accade” i due si presentano raccontando nelle loro strofe come siano arrivati fino a questo punto.

2- Panda – Desiigner
Fa effetto parlare di favola quando ci si riferisce al mondo del rap, soprattutto quello americano che vive ancora oggi con regole sue (molto meno in ogni caso rispetto agli anni ’90). Di fatto è questa quella che sta vivendo Sidney Royel Selby III, che dal nulla a 18 anni si è trovato tra le mani una hit mondiale.
La musica è sempre stata nel suo sangue: musica abbracciata nei cori di scuola e chiesa, sangue che ha perso quando gli hanno sparato a 14 anni. Da qui il ragazzo di Brooklyn ha deciso di lasciare le superiori e di dedicarsi al rap, facendo uscire “Panda” come singolo di debutto del suo album. Conseguenze? Un contratto con la GOOD Music di Kanye West (che potete vedere nel video qui sotto) e una carriera pronta a prendere il volo.
Leggenda narra che la base del brano sia stata scovata su YouTube ed acquistata per 200$. Un investimento ora più che centuplicato.

3- Like Water – Flume ft. MNDR
Classe ’91, australiano e più di cinque anni nel mondo della musica in qualità di produttore: questi i dati di Flume, al secolo Harley Edward Streten. “Skin” è il suo secondo album e contiene “Like Water“, traccia che racchiude lo stile psichedelico ma raffinato del producer aussie.
Più che con i propri brani, Flume si è fatto un nome grazie ad alcuni remix tra cui spiccano Lorde, Sam Smith e Disclosure. Ora però i tempi sono maturi per provare ad affermarsi definitivamente con i propri brani.

Vynil Sellout – Gennaio 2016

Ricomincia il Vynil Sellout anche per il 2016, pronti a sentire le tracce di gennaio.

La formula è quella consolidata da tempo. Qui potrete trovare tre canzoni e delle storie legate ad esse: che sia il significato del brano, la storia dell’artista o le ragioni che hanno portato alla luce quel pezzo.

Curiosi di scoprire la tripletta di questo mese? Andiamo a scoprirla!

Vynil Sellout Marracash G-Eazy J. Balvin

 

1- Niente Canzoni D’Amore – Marracash ft. Federica Abbate
Ho passato qualcosa come quattordici giorni filati ad ascoltare in ripetizione questo pezzo. Le canzoni d’amore in versione rap credo siano le migliori: la loro forma lirica le costringe a non dover ripetere sempre gli stessi due-tre concetti, ma a costruire una storia completa.
Se poi a scriverla c’è uno dei migliori del settore come Marracash è praticamente sicuro che il pezzo sia un successo, soprattutto se a fare da contraltare c’è la voce avvolgente di Federica Abbate. Il brano è stato inserito come traccia inedita in “Status (Vendetta Edition)“, la riedizione dell’ultimo album del rapper milanese con tanti contenuti aggiuntivi. Il racconto di questo amore atipico e passionale sembra la colonna sonora di tutte quelle fantasie clandestine che chiunque fa attratto dall’incrocio di sguardi con passanti sconosciuti.

2- Me, Myself & I – G-Eazy X Bebe Rexha
Uno dei rapper bianchi americani che stanno uscendo in questo momento e che si sta ritagliando uno spazio importante nella scena. Classe ’89, G-Eazy (pseudonimo usato da Gerald Earl Gillum) ha già quattro dischi pubblicati, tra produzioni a basso costo e dischi con etichette affermate.
In questo pezzo si accompagna alla cantautrice Bebe Rexha, forse nota ai più per essere la coautrice di “The Monster“, cantata da Eminem e Rihanna. Qui il suo ritornello secco e graffiante si accompagna bene ad una base morbida e ad un rappato deciso e convincente.
Personalmente, preferisco questa alla canzone che ha scritto per i due cantanti molto più celebri!

3- Ginza – J. Balvin
E’ strano anche per me selezionare una canzone ispanica, però obiettivamente ha un ritmo che non si può fermare. Viene quasi impossibile anche a me rimanere fermo mentre suona questa canzone di reggaeton colombiano (anche se non so quale sia la differenza con gli altri tipi di reggaeton).
Insomma, il signor J. Balvin con questo pezzo ha fatto jackpot e giustamente al treno non potevano rimanere giù altri artisti della scena. Circa quattro mesi dopo la pubblicazione del pezzo è infatti uscito un remix dove sul brano ci sono anche i contributi di  Daddy Yankee, Farruko, Yandel, De La Ghetto, Nicky Jam, Arcángel e Zion. Remix che a mio modo aggiunge molto alla semplice canzone, ed è il motivo perchè l’ho scelto da pubblicare in questo post.

Vynil Sellout – Gennaio 2015

Anno nuovo, stessa rubrica! Non cambia il format del Vynil Sellout, il primo di questo 2015.

La formula è sempre quella: tre canzoni da proporvi per farvi sentire qualcosa di nuovo che potrebbe piacervi o meno, ma che in ogni caso ha qualcosa da raccontare.

Curiosi di scoprire la tripletta di questo mese? Andiamo a scoprirla!

Vinili, scritte con linee di troppo... Tutto molto hipster!

Vinili, svendite, scritte con linee di troppo… Tutto molto hipster!

1- 20 Anni (Peso) – Marracash
Sono un paio di giorni che sto ascoltando “Status” il nuovo album di Marracash uscito il 20 gennaio. Apprezzatissimo dalla critica, il rapper della Barona con questo disco attesta la sua cifra: il suo rap è salito di livello, dai testi alle produzioni, alzando l’asticella per tutti i suoi colleghi.
Tra i pezzi in pre-release, nonostante mi piaccia molto “Sindrome Depressiva Da Social Network“, vi metto in ascolto “20 Anni (Peso)“. Questo brano, nonostante sembra un affresco della vita di periferia di una decina di anni fa o anche più, sembra tremendamente attuale quando esprime la denuncia del disagio dei giovanissimi di oggi. La voce che urla “Ho vent’anni e non so che inventarmi” probabilmente risuonerà a lungo nella testa di molti già dopo il primo ascolto.

2- Blank Space – Taylor Swift
La biondina del Pennsylvania ha un’ugola da Re Mida: qualsiasi cosa canta diventa un successo mondiale. Nonostante la svolta pop che la sua carriera ha preso di recente, i suoi brani continuano ad essere estremamente orecchiabili e molto godibili.
Questa canzone oltretutto ha una nota autobiografica molto gustosa: Taylor Swift è nota per aver avuto in un breve periodo una sfilza di relazioni finite (quasi) tutte in modo burrascoso. Assecondando le prese in giro che circolano sia su internet sia in tv, questa canzone sembra seguire questo mood parlando di come una rapporto possa deteriorarsi con la stessa velocità con la quale nasce. Insomma, è in grado di prendersi in giro da sola con un’ottima canzone: respect.

3- Io e Anna – Cesare Cremonini
Personalmente, Cremonini mi fa impazzire. Lo ritengo senza ombra di dubbio il miglior cantautore italiano in questo momento, l’unico che è in grado di realizzare canzoni memorabili una dopo l’altra. E’ difficile non ricordarsi uno dei suoi brani alle prime note!
Questo brano, contenuto nell’album “Logico“, non è la solita canzone d’amore. Porta con sè una storia che viene da lontano, come confessa lo stesso Cesare: durante l’ultima intervista radiofonica a Deejay Chiama Italia ha infatti confessato di aver scritto la canzone come se fosse il continuo di “Anna e Marco“, storico pezzo di Lucio Dalla.

Bingo!

Quando ho scelto il pezzo da farvi ascoltare per l’articolo su Marracash e il suo ultimo album (“King del Rap“), ho pensato a quello che nel miglior modo potesse rappresentare tutto ciò che ha da raccontare il buon Fabio Rizzo all’interno del disco. Dato che è un album abbastanza variegato per quanto riguarda le tematiche, ho cercato quello che meglio sintetizzasse il tutto, quello che maggiormente coinvolgeva sia la storia personale che una panoramica generazionale di classe. E vedere che la mia scelta è stata quella giusta mi da soddisfazione.

Come faccio a saperlo? Perchè “Didinò” è diventato il secondo singolo estratto da “King del Rap“, corredato come di consueto dal video ufficiale. Video che potete vedervi qui sotto.

Cime di R-EP

Spuma Cru PhemilyDopo tanta attesa, questo lunedì è uscito “Cime di R-EP“, primo disco della Spuma Cru Phemily. Una raccolta di 15 tracce con un sacco di featuring (Julie, Skinny Bitch, Microfili Click, Morbo, Phoosa, Mr Dylom, Rigor Monkeez, Corte, Nerone, Ferro Giant). Tutta gente che probabilmente non conoscerete, ma fareste bene almeno a darle un ascolto perchè meritano l’impegno che ci mettono.

L’album è un bel concentrato di tutto quello che non troverete in un album di Marracash o Fabri Fibra: rime divertenti e ingegnose, temi quotidiani e mai troppo impegnati, produzioni che ti aprono con lo sventrapapere. Mi fa piacere conoscerli personalmente (non tutti i componenti anche fisicamente) e dato che mi sento sulla loro lunghezza d’onda, non mi dispiacerebbe affatto contribuire con Keen G, Room, Coka, DJ Ghostface e Porker Face nel loro viaggio musicale.

Per il free download del disco cliccate QUI, mentre sotto potete vedere il video che ha accompagnato l’uscita di “Cime di R-EP“, quello di “Non è musica ma estro“.

Rap Osiride

E’ meno di una settimana che è uscito “King del Rap“, ultima fatica musicale di Marracash. Tutte e 15 le tracce ascoltate via YouTube, alla faccia della (giustissima) filippica lanciata da Marra sulla sua pagina Facebook!

Devo dire che è veramente un ottimo lavoro: si vede che c’è stato molto impegno sopra, dalle basi, le rime, le collaborazioni. Attila, Emis Killa, Co’ Sang, Guè Pequeno, Fabri Fibra, Jake La Furia, Entics, Salmo e J-Ax hanno fatto tutti la loro porca figura. Unica piccola nota che faccio all’album è la mancanza di un gran bel ritornello. Sono tutti buoni quelli presenti e essendo rap il fondo valgono come il 2 di picche, ma a differenza dei dischi precedenti manca quel motivetto che ti rimane in testa e ti fa ricordare l’album. Per intenderci, dei due album precedenti, a chi ogni tanto non passano per la testa i ritornelli di “Badabum Cha Cha” o di “Stupido“?

Per farvi un’idea del disco, ascoltate qui sotto la seconda traccia dell’album, “Didinò“.