Archivi Blog

Vynil Sellout – Settembre 2017

Eccoci qui, approdati ufficialmente nell’autunno e con la calda estate alle spalle.

Calda anche sotto il punto di vista musicale, perchè in questo Vynil Sellout recupereremo tre brani che hanno movimentato la stagione calda e andando a scoprire da dove hanno origine.

Curiosi di scoprire la tripletta di questo mese? Andiamo a scoprirla!

 

Vynil Sellout Louis Tomlinson Bebe Rexha Digital Farm Animals Back to You Caparezza Ti Fa Stare Bene Nick Jonas Anne-Marie Mike Posner Remember I Told You

 

1- Back to You – Loius Tomlinson ft. Bebe Rexha & Digital Farm Animals (Digital Farm Animals and Loius Tomlinson Remix)
Con la lunghezza di questo titolo potrei anche interrompere qui la scrittura, ma perderei completamente il proposito di questi articoli! Parliamo per cui di uno dei cinque ex One Direction che si è lanciato nella carriera di solista e, a quanto sembra, anche producer. Leggi il resto di questa voce

Annunci

Vynil Sellout – Aprile 2016

Il  Vynil Sellout è sempre qui per proporvi la musica giusta.

Tre tracce e ciò che celano: gli artisti, le loro carriere, fatti legati ai brani e ciò che portano e ispirano.

Curiosi di scoprire la tripletta di questo mese? Andiamo a scoprirla!

Vynil Sellout Imany Sia Justin Bieber

 

1- Don’t Be So Shy – Imany (Filatov & Karas Remix)
Da atleta di salto in alto a modella e da modella a cantante. Quanti stravolgimenti nella vita di Imany, nome d’arte della 37enne Nadia Mladjao che da qualche anno ha deciso di dedicare la sua vita artistica alla musica.
La canzone originale ha un’atmosfera molto intima, dove la sua voce viene accompagnata soltanto dal pianoforte ed effetti: un brano perfetto per momenti rilassanti. Per farle raggiungere il successo ci voleva l’intervento di Filatov & Karas, una coppia di dj russi che ha reso il pezzo della cantante francese un disco dance pop che sta conquistando le radio.

2- Move Your Body – Sia
Al contrario dell’esempio precedente, la vita di Sia Furler è stata completamente dedicata alla musica. Il pubblico ha imparato a conoscerla nel 2011 con “Titanium” di David Guetta, per poi consacrlarla grazie a “Chandelier” due anni fa. In realtà la 41enne (GIA’!) australiana ha fatto di tutto nella sua carriera musicale: acid jazz, r’n’b e tanto pop, soprattutto per gli altri.
Sia infatti è conosciuta anche per aver scritto moltissime delle canzoni rese celebri da altre cantanti pop di altissimo livello come Rihanna, Beyonce e Adele. Soprattutto il suo ultimo album “This Is Acting” si vocifera sia composto tutto da canzoni scartate dalle altre star. Per esempio, provate a sentire “Move Your Body” e ad immaginarla con la voce di Shakira…

3- Company – Justin Bieber
Sì. Purtroppo sì. Odio tanto Justin Bieber tanto quanto odio ammettere che il suo ultimo album “Purpose” è una bomba. E’ raro al giorno d’oggi vedere un album pop così completo, che svaria dal dance alle ballate ai motivetti che rimangono in testa.
Passate le fasi di bambino prodigio e di adolescente ribelle, possiamo dire che il 22enne del Canada stia entrando nella fase di cantante affermato. Questo suo ultimo lavoro è encomiabile: produzioni cucite su misura sulla sua voce, una collana di 18 perle che vale la pena di scorrere per intero. Ora vado a farmi fustigare per aver appena scritto questo.

Vynil Sellout – Gennaio 2016

Ricomincia il Vynil Sellout anche per il 2016, pronti a sentire le tracce di gennaio.

La formula è quella consolidata da tempo. Qui potrete trovare tre canzoni e delle storie legate ad esse: che sia il significato del brano, la storia dell’artista o le ragioni che hanno portato alla luce quel pezzo.

Curiosi di scoprire la tripletta di questo mese? Andiamo a scoprirla!

Vynil Sellout Marracash G-Eazy J. Balvin

 

1- Niente Canzoni D’Amore – Marracash ft. Federica Abbate
Ho passato qualcosa come quattordici giorni filati ad ascoltare in ripetizione questo pezzo. Le canzoni d’amore in versione rap credo siano le migliori: la loro forma lirica le costringe a non dover ripetere sempre gli stessi due-tre concetti, ma a costruire una storia completa.
Se poi a scriverla c’è uno dei migliori del settore come Marracash è praticamente sicuro che il pezzo sia un successo, soprattutto se a fare da contraltare c’è la voce avvolgente di Federica Abbate. Il brano è stato inserito come traccia inedita in “Status (Vendetta Edition)“, la riedizione dell’ultimo album del rapper milanese con tanti contenuti aggiuntivi. Il racconto di questo amore atipico e passionale sembra la colonna sonora di tutte quelle fantasie clandestine che chiunque fa attratto dall’incrocio di sguardi con passanti sconosciuti.

2- Me, Myself & I – G-Eazy X Bebe Rexha
Uno dei rapper bianchi americani che stanno uscendo in questo momento e che si sta ritagliando uno spazio importante nella scena. Classe ’89, G-Eazy (pseudonimo usato da Gerald Earl Gillum) ha già quattro dischi pubblicati, tra produzioni a basso costo e dischi con etichette affermate.
In questo pezzo si accompagna alla cantautrice Bebe Rexha, forse nota ai più per essere la coautrice di “The Monster“, cantata da Eminem e Rihanna. Qui il suo ritornello secco e graffiante si accompagna bene ad una base morbida e ad un rappato deciso e convincente.
Personalmente, preferisco questa alla canzone che ha scritto per i due cantanti molto più celebri!

3- Ginza – J. Balvin
E’ strano anche per me selezionare una canzone ispanica, però obiettivamente ha un ritmo che non si può fermare. Viene quasi impossibile anche a me rimanere fermo mentre suona questa canzone di reggaeton colombiano (anche se non so quale sia la differenza con gli altri tipi di reggaeton).
Insomma, il signor J. Balvin con questo pezzo ha fatto jackpot e giustamente al treno non potevano rimanere giù altri artisti della scena. Circa quattro mesi dopo la pubblicazione del pezzo è infatti uscito un remix dove sul brano ci sono anche i contributi di  Daddy Yankee, Farruko, Yandel, De La Ghetto, Nicky Jam, Arcángel e Zion. Remix che a mio modo aggiunge molto alla semplice canzone, ed è il motivo perchè l’ho scelto da pubblicare in questo post.

Vynil Sellout – Ottobre 2015

E’ passato un anno dal primo Vynil Sellout, per cui un piccolo ritocchino alla struttura ci vuole.

Non temete però, la formula è sempre la stessa.

Per coloro che ancora non sapessero di cosa parla questa “serie” di post, ecco una breve descrizione: 3 canzoni nuove, 3 storie da raccontare degli ultimi 30 giorni.

Curiosi di scoprire la tripletta di questo mese? Andiamo a scoprirla!

Vynil Sellout Drake Taylor Swift Bolier

1- Hotline Bling – Drake
Genio assoluto‘, come più volte ripetuto da Nicola Savino imitando Massimo Oldani a Deejay Chiama Italia. La canzone ed il rapper si meritano tale appellativo, perchè ha un ritmo incredibile, è coinvolgente e davvero non so che altre parole usare per descrivere la bellezza di questa canzone. Bella quanto quella da cui prende il sample, ovvero “Why Can’t We Live Together” di Timmy Thomas (scoperta grazie a Whosampled).
Pochi giorni fa è uscito anche il video della canzone, immediatamente preso di mira da parodie e scherzi per il modo in cui Drake balla sulle note della sua canzone. Che, come potete vedere voi stessi, è parecchio imbarazzante.

2- Riptide – Taylor Swift
Tra le tante gemme che il Live Lounge di BBC Radio 1 propone voglio segnalare questa cover di “Riptide” dei Vance Joy. Conoscevo già questo brano da un pò di tempo per l’edit di FlicFlac, scovato chissà come girovagando su YouTube.
Questa versione, cantata e suonata dalla bravissima e bellissima Taylor Swift, ha un’aria decisamente più intima rispetto alle due precedenti. Se l’originale indie folk ha un’aria distesa e il remix è più ritmato, l’accompagnamento con pianoforte e chitarra gli dona un’aria più intima che ben si sposa con il testo della canzone.
Viva Riptide, Viva Taylor, viva BBC!

3- Forever And A Day – Bolier & Natalie Peris
In questo mese, tra novità e vecchi classici, ho scoperto un sacco di musica elettronica. Il genere che in questo periodo sta prendendo parecchio piede è la deep house: sottogenere della musica house, si differenzia per ritmi più lenti e melodici con i bassi profondi.
Entrando nel dettaglio di questo brano, mi ha colpito come la differente fase (terminologia inventata, se sapete quella esatta vi prego ragguagliatemi!) tra la base e la melodia crei una distorsione armoniosa, quel contrasto idilliaco tra due elementi ben lontani. Il producer olandese e la cantante croata hanno fatto centro.

Vynil Sellout – Giugno 2015

Sapete ormai cosa significa l’ultima domenica del mese, giusto? E’ tempo di Vynil Sellout!

Tre canzoni scelte nel corso del mese, per farvi conoscere non solo qualche brano interessante, ma anche qualche informazione in più sulle canzoni stesse e sugli autori. Un piccolo approfondimento su una delle cose che ci circonda quotidianamente e rende migliori le giornate.

Curiosi di scoprire la tripletta di questo mese? Andiamo a scoprirla!

Vinili, scritte con linee di troppo... Tutto molto hipster!

Vinili, svendite, scritte con linee di troppo… Tutto molto hipster!

1- Can’t Feel My Face – The Weeknd
Canadese, classe ’90 e con già 8 anni di musica, produzioni e collaborazioni di livello: la carriera di Abel Tesfaye, vero nome di The Weeknd, parla da sola. Nel 2010 inizia il suo rapporto con i grandi nomi, collaborando ad un brano con Drake, e da lì prende il via la sua carriera di interprete e produttore.
Qui in Italia l’abbiamo conosciuto da poco, e la sua scoperta la dobbiamo al film “50 sfumature di grigio“, per il quale ha realizzato due brani tra cui la affascinante “Earned It“. Adesso invece ci si presenta con un pezzo proprio dal sapore estivo e con una carica hip hop che trascina.

2- Never Sleep Alone – Kaskade
Lo abbiamo detto già da tempo, che in questo movimento musicale i dj e producerc si stanno ritagliando sempre più spazio. Ecco allora qualcuno che da molti anni è sul mercato, ma che non ha mai avuto tanto successo come in questi tempi.
Kaskade, nome d’arte di Ryan Raddon, è americano e del 1971, ma è nel 2001 che inizia la sua attività, firmando prima con la OM Records e poi con la Ultra Records. Da qui un flusso musicale a corrente alternata, dove a periodi di pausa sopperisce con periodi di grande attività (per due volte pubblica tre album in un anno, nel 2006 e nel 2010). Gli va dato il merito di essere sempre riuscito a seguire il flusso della musica elettronica, fino a giungere ai giorni nostri ritagliandosi il suo spazio. Questo brano è un’ottima dimostrazione di come la musica elettronica si sia sempre più impossessata delle dinamiche di quella pop, diventandone di fatto il nuovo filone.

3- Runaway (U & I) – Galantis (Kaskade Remix)
Rimaniamo collegati a Kaskade, andando a scegliere il remix di un brano realizzato da Galantis. Questo è il nome per il progetto musicale scelto dai due svedesi Christian “Bloodshy” Karlsson (membro degli Miike Snow) e Linus Eklöw, conosciuto da solista come Style of Eye.
I due entrano in contatto nel 2007 per realizzare un remix di “Animal” brano della band del primo, ma è nel 2012 che cominciano a fare sul serio. Costruendosi uno studio musicale su un’isola del Mar Baltico, i due cominciano a lavorare a dei loro brani, pubblicando i primi nel 2013 e raggiungendo il successo internazionale l’anno successivo, proprio con questo pezzo. I Galantis hanno pubblicato anche un album “Pharmacy” che contiene queste sonorità fortemente elettroniche ma che seguono un’armonia ricercata.
Se cercate un motivo per amarli, sappiate che i loro dischi hanno come immagine di copertina un gattino. Ha la faccia da medusa, ma è pur sempre un gattino!

Vynil Sellout – Settembre 2014

Ha inizio con oggi il nuovo corso di questo blog.
Come il TARDIS “vero”, da fuori manterrà lo stesso aspetto, mentre dentro farò un pò di arredo. Togliere le ragnatele dai muri, riverniciare un pò, spostare qualche mobile e il gioco è fatto.

Eccoci qua quindi, in questo nuovo spazio! Per la precisione, nel Vynil Sellout.
Un appuntamento fisso ogni ultima domenica del mese, dove presenterò tre canzoni di qualsiasi genere che voglio consigliarvi per i più svariati motivi: perchè sono straordinarie, perchè fanno parte di un progetto interessante, o perchè fanno talmente schifo che dovete sentirle per capire che non ascolterete mai niente peggio di quello.

Partiamo quindi con la prima tripletta!

Vinili, scritte con linee di troppo... Tutto molto hipster!

Vinili, svendite, scritte con linee di troppo… Tutto molto hipster!

1. The Trouble – Pogo
Cominciamo con il progetto di Pogo, deejay australiano che dal 2007 realizza dei “collage musicali”. Prende le traccie audio di film, telefilm, cartoni animati, così come voci e rumori che trova per strada, e le mette insieme su una base melodica per realizzare canzoni. E’ stato anche assoldato direttamente dalla Disney/Pixar per un progetto simile legato al film “Up“.
La canzone che voglio proporvi è un mix di diverti film della Disney: Peter Pan, Mary Poppins, Alice nel Paese delle Meraviglie, Aladdin e La Sirenetta, mescolate insieme per una canzone trasognata e rilassante.

2. Take Ü There – Jack Ü feat. Kiesza
Credo di poter dire che questa canzone “setta il trend” della musica elettronica. Per gli estranei dei linguaggi gergali dei quali spesso mi approprio senza le dovute precauzioni: questa canzone definisce in quale direzione evolverà la musica elettronica nei prossimi 6 mesi circa. E’ una mia opinione, ma validamente supportata da molti degli esperti del settore.
Jack Ü, nome d’arte dei due deejay e produttori di fama internazionale Diplo e Skrillex, hanno messo in piedi questa collaborazione e il primo prodotto è stato “Take Ü There“. All’inizio può sembrare una qualsiasi canzone elettronica, ma la contaminazione trap mette in risalto nuove sonorità che, inevitabilmente, influenzeranno e non poco la scena elettronica.
In più, Kiesza ha una voce della madonna.

3. Stay High (Habits Remix) – Tove Lo ft. Hippie Sabotage
Dal nome (o meglio, dalla lunghezza) può sembrare una di quelle tamarrate estive mezze latinoamericane. In realtà è tutt’altro, ma meglio andare in ordine.
L’estate 2014, checché ne dica Studio Aperto, è stata senza tormentone estivo. E dire che c’è stato pure i Mondiali di calcio Brasile, che di solito aiuta abbondantemente questa selezione naturale di brani orecchiabili e ballabili. E’ stata un’estate con molte canzone apprezzabili che si sono spartite equamente i passaggi radiofonici e nelle balere dello Stivale, e il bello di questo è che anche canzoni di tono minore hanno potuto facilmente farsi spazio e mettersi in luce.
Una di queste è appunto la canzone di Tove Lo, graziosa cantante svedese che ha pubblicato la canzone “Habits” nel 2013 e quest’anno è uscito il remix, sbarcato da noi giusto questa estate. Questo pezzo potrebbe essere considerato come un lento dei giorni nostri, che se lo metti in discoteca le coppiette rimangono sole al centro a ballare stretti stretti.
Ma al giorno d’oggi, poi, dove sono sparite le coppiette in discoteca? Questo è un problema che affronteremo un’altra volta…

Starry future

Ellie GouldingE’ una delle migliori artiste emergenti e si sta facendo notare molto anche negli USA, dopo aver spopolato a casa sua, nel Regno Unito. Ellie Goulding, da 2 anni sulla scena, è ormai prossima al successo su scala mondiale.

L’approdo al grande pubblico è cominciato nel 2009, con la firma per la Polydor Records e l’uscita dell’EP “An Introduction to Ellie Goulding”. L’anno successivo il primo album, “Lights“, che raccoglie in Gran Bretagna i favori di pubblico e critica. Dall’album sono usciti i singoli “Under the Sheets“, “Starry Eyed“, “Guns and Horses” e “The Writer“, più la cover della famosissima “Your Song” di Elton John e “Lights“, uscite dopo la ripubblicazione del disco, rinominato “Bright Lights“, a cui sono state aggiunte 7 tracce.

I motivi per cui la apprezzo sono principalmente due: la musicalità delle canzoni, semplice e armoniosa, e la voce, con un accento britannico che si sposano alla perfezione con le tonalità della musica. Credo che potrà sfondare anche a livello mondiale, ha tutte le carte in regola per farcela e rimanere ad alti livelli. Molto probabilmente la aiuterà fare da apertura al prossimo tour di Katy Perry.
Questa qui sotto è “Lights“, l’ultimo singolo estratto dal suo album. Molto bella la canzone, ma molto godibili i vari remix che sono usciti insieme al singolo.