Archivi Blog

Vynil Sellout – Luglio 2016

Nuova sessione del Vynil Sellout in piena estate.

Il momento giusto per parlare di musica, da ascoltare in spiaggia, in montagna e anche durante i viaggi verso le vostre mete! Qui troverete tre brani con le storie ed i retroscena che nascondono.

Curiosi di scoprire la tripletta di questo mese? Andiamo a scoprirla!

Vynil Sellout Charlie Puth Selena Gomez We Don't Talk Anymore Calvin Harris Rihanna This Is What You Came For Pentatonix Jason Derulo If I Ever Fall In Love

 

1- We Don’t Talk Anymore – Charlie Puth ft. Selena Gomez
E’ il duetto dell’estate, canzone dal ritmo lento e calzante ma soprattutto dal ritornello che rimane fisso in mente. Questo è il modo giusto per alimentare la propria fama, senza brani stucchevoli ripetuti in loop e che danno la nausea (leggasi “tormentoni estivi”).
Charlie Puth, musicista 24enne, continua sempre più a farsi conoscere. Lasciati i video in cameretta per il primo disco con la Warner Music, i successi di “Marvin Gaye” e “See You Again” gli hanno permesso di farsi apprezzare da un pubblico più ampio. Selena Gomez invece è già nota ai più giovani per i suoi esordi come una dei molti talenti raccolti dalla Disney. Da molto si dedica alla musica ottenendo enorme successo in America e nei paesi anglofoni, mentre in Italia ancora non è salita alla ribalta. Questo brano potrebbe aiutare anche lei in questa ottica.

2- This Is What You Came For – Calvin Harris ft. Rihanna
Quando si parla di musica dance, in tutte le sue sfumature moderne, non si può ormai non annoverare Calvin Harris tra i suoi principali esponenti. Il produttore inglese è già comparso più di una volta in questi Vynil Sellout e l’ha sempre fatto con brani tanto accattivanti quanto al passo coi tempi.
Nelle sue tracce c’è sempre un aggancio all’andamento della musica da discoteca attuale, che in questo caso è ripreso da ritmi non forsennati e note profonde. La voce di Rihanna rende il tutto più armonioso, anche se per me avrebbero potuto osare di più lasciando la cantante esprimersi di più nel “ritornello”.
In ogni caso, è innegabile che a spingere il brano di quest’anno di Calvin Harris ci sia anche la recente rottura della relazione con Taylor Swift. Che interessa ben poco qui dentro, ma sono comunque cose da sapere…!

3- If I Ever Fall In Love – Pentatonix ft. Jason Derulo
L’ultimo posto per questo mese è dedicato al gruppo vocale più famoso di questi anni. I Pentatonix sono cinque ragazzi che ormai da anni fanno dell’unione delle loro voci un vero tesoro che mettono in esposizione costantemente su YouTube, con un buon successo anche dei loro album di inediti e cover. Proprio con queste ultime hanno iniziato e di una di loro parliamo.
E’ il rifacimento di “If I Ever Fall In Love” degli Shai, quartetto r’n’b americano che ebbe un enorme successo nel 1992. Questa versione del gruppo a cappella, inserita nell’omonimo album “Pentatonix“, vede anche la partecipazione di Jason Derulo che dà una decisa spinta per gli acuti e, soprattutto, si sposa perfettamente con le voci del gruppo.

Vynil Sellout – Aprile 2016

Il  Vynil Sellout è sempre qui per proporvi la musica giusta.

Tre tracce e ciò che celano: gli artisti, le loro carriere, fatti legati ai brani e ciò che portano e ispirano.

Curiosi di scoprire la tripletta di questo mese? Andiamo a scoprirla!

Vynil Sellout Imany Sia Justin Bieber

 

1- Don’t Be So Shy – Imany (Filatov & Karas Remix)
Da atleta di salto in alto a modella e da modella a cantante. Quanti stravolgimenti nella vita di Imany, nome d’arte della 37enne Nadia Mladjao che da qualche anno ha deciso di dedicare la sua vita artistica alla musica.
La canzone originale ha un’atmosfera molto intima, dove la sua voce viene accompagnata soltanto dal pianoforte ed effetti: un brano perfetto per momenti rilassanti. Per farle raggiungere il successo ci voleva l’intervento di Filatov & Karas, una coppia di dj russi che ha reso il pezzo della cantante francese un disco dance pop che sta conquistando le radio.

2- Move Your Body – Sia
Al contrario dell’esempio precedente, la vita di Sia Furler è stata completamente dedicata alla musica. Il pubblico ha imparato a conoscerla nel 2011 con “Titanium” di David Guetta, per poi consacrlarla grazie a “Chandelier” due anni fa. In realtà la 41enne (GIA’!) australiana ha fatto di tutto nella sua carriera musicale: acid jazz, r’n’b e tanto pop, soprattutto per gli altri.
Sia infatti è conosciuta anche per aver scritto moltissime delle canzoni rese celebri da altre cantanti pop di altissimo livello come Rihanna, Beyonce e Adele. Soprattutto il suo ultimo album “This Is Acting” si vocifera sia composto tutto da canzoni scartate dalle altre star. Per esempio, provate a sentire “Move Your Body” e ad immaginarla con la voce di Shakira…

3- Company – Justin Bieber
Sì. Purtroppo sì. Odio tanto Justin Bieber tanto quanto odio ammettere che il suo ultimo album “Purpose” è una bomba. E’ raro al giorno d’oggi vedere un album pop così completo, che svaria dal dance alle ballate ai motivetti che rimangono in testa.
Passate le fasi di bambino prodigio e di adolescente ribelle, possiamo dire che il 22enne del Canada stia entrando nella fase di cantante affermato. Questo suo ultimo lavoro è encomiabile: produzioni cucite su misura sulla sua voce, una collana di 18 perle che vale la pena di scorrere per intero. Ora vado a farmi fustigare per aver appena scritto questo.

Vynil Sellout – Gennaio 2016

Ricomincia il Vynil Sellout anche per il 2016, pronti a sentire le tracce di gennaio.

La formula è quella consolidata da tempo. Qui potrete trovare tre canzoni e delle storie legate ad esse: che sia il significato del brano, la storia dell’artista o le ragioni che hanno portato alla luce quel pezzo.

Curiosi di scoprire la tripletta di questo mese? Andiamo a scoprirla!

Vynil Sellout Marracash G-Eazy J. Balvin

 

1- Niente Canzoni D’Amore – Marracash ft. Federica Abbate
Ho passato qualcosa come quattordici giorni filati ad ascoltare in ripetizione questo pezzo. Le canzoni d’amore in versione rap credo siano le migliori: la loro forma lirica le costringe a non dover ripetere sempre gli stessi due-tre concetti, ma a costruire una storia completa.
Se poi a scriverla c’è uno dei migliori del settore come Marracash è praticamente sicuro che il pezzo sia un successo, soprattutto se a fare da contraltare c’è la voce avvolgente di Federica Abbate. Il brano è stato inserito come traccia inedita in “Status (Vendetta Edition)“, la riedizione dell’ultimo album del rapper milanese con tanti contenuti aggiuntivi. Il racconto di questo amore atipico e passionale sembra la colonna sonora di tutte quelle fantasie clandestine che chiunque fa attratto dall’incrocio di sguardi con passanti sconosciuti.

2- Me, Myself & I – G-Eazy X Bebe Rexha
Uno dei rapper bianchi americani che stanno uscendo in questo momento e che si sta ritagliando uno spazio importante nella scena. Classe ’89, G-Eazy (pseudonimo usato da Gerald Earl Gillum) ha già quattro dischi pubblicati, tra produzioni a basso costo e dischi con etichette affermate.
In questo pezzo si accompagna alla cantautrice Bebe Rexha, forse nota ai più per essere la coautrice di “The Monster“, cantata da Eminem e Rihanna. Qui il suo ritornello secco e graffiante si accompagna bene ad una base morbida e ad un rappato deciso e convincente.
Personalmente, preferisco questa alla canzone che ha scritto per i due cantanti molto più celebri!

3- Ginza – J. Balvin
E’ strano anche per me selezionare una canzone ispanica, però obiettivamente ha un ritmo che non si può fermare. Viene quasi impossibile anche a me rimanere fermo mentre suona questa canzone di reggaeton colombiano (anche se non so quale sia la differenza con gli altri tipi di reggaeton).
Insomma, il signor J. Balvin con questo pezzo ha fatto jackpot e giustamente al treno non potevano rimanere giù altri artisti della scena. Circa quattro mesi dopo la pubblicazione del pezzo è infatti uscito un remix dove sul brano ci sono anche i contributi di  Daddy Yankee, Farruko, Yandel, De La Ghetto, Nicky Jam, Arcángel e Zion. Remix che a mio modo aggiunge molto alla semplice canzone, ed è il motivo perchè l’ho scelto da pubblicare in questo post.

Cover of the Week #2 – “Only Girl” di Ellie Goulding

Secondo appuntamento per il Cover of the Week, rubrichetta settimanale dove potrete ascoltare buone canzoni rifatte da buoni artisti.
Se non state capendo niente, siete ancora in tempo per recuperare il CotW#1.

Ellie Goulding Rihanna

La scelta di questa settimana ricade su una canzone recente molto famosa, “Only Girl” di Rihanna, ricantata da Ellie Goulding e con un accompagnamento musicale talmente emozionante da mettere i brividi.
Come la scorsa volta, cliccando sui nomi degli artisti potrete dare una lettura alle loro pagine Wikipedia. Ma come la scorsa volta, siete delle brutte persone.
Brutte brutte persone.

 

Ed ecco finalmente la cover! Buon ascolto.